,,

Sassi sui binari e selfie, il web condanna i ragazzi di Carpi

Filmavano il tutto con uno smartphone, identificati e denunciati

Sono stati identificati e denunciati i tre ragazzi di 14 anni che si scattavano selfie sui binari e lanciavano sassi contro i treni in transito. Il fatto è avvenuto a Carpi e ad incastrarli sono stati proprio i video girati dai tre e condivisi sulle chat di WhatsApp. I ragazzi scavalcavano la recinzione e iniziavano a scattarsi fotografie in mezzo alle rotaie aspettando l’arrivo del treno. Non solo perché tra risate e battute posizionavano anche sassi sulle rotaie e si allontanavano qualche istante prima che il convoglio passasse.

La notizia ha fatto il giro dei telegiornali e sul web molte persone hanno commentato l’episodio attaccando senza mezzi termini il comportamento dei tre ragazzi con frasi come: «Con tanti ragazzi malati che perdono la vita non si può accettare che degli idioti se la mettano a rischio in questo modo», «Portate questi ragazzi in un centro oncologico o similare così magari capiscono quanto sia preziosa la vita. Non ho parole…», «Se il cervello madre natura non te lo fa, altro che insegnare o spiegare in famiglia e a scuola. Non c’è niente da fare», «Poi piangono le famiglie quando succedono le tragedie».

Non solo commenti rivolti ai ragazzi perché diversi utenti puntano il dito anche contro i genitori attribuendo a loro la colpa del comportamento dei tre quattordicenni: «Tutto questo è colpa dei genitori troppo permissivi. Non sono più capaci a dire di no. Gli danno tutto quello che vogliono anche quando non si hanno le possibilità. Una volta si usava sgridare, qualche sculacciata, c’erano dei limiti che non si potevano superare. Lì si capiva cosa era l’educazione e il rispetto per le persone. Nelle scuole i docenti potevano insegnare ad essere civili, ora non più perché i genitori sono diventati persone senza senso. Danno sempre ragione ai figli. Bisognerebbe ripristinare il servizio militare così si riuscirà a dare un po’ di educazione a questa generazione di deficienti senza cervello», «I genitori devono togliergli cellulari, computer e cose simili. Devono mandarli a lavorare così da contribuire al reddito familiare», «Fossero figli miei gli farei assaggiare un po’ di educazione. E comunque la colpa è dei genitori».

VirgilioNotizie | 20-02-2020 14:31

Carpi sassi sui binari Fonte foto: Twitter
,,,,,,,