,,

In Sardegna il pasticciere che lascia i dolci per i poveri

Le persone meno fortunate trovano fuori dalla pasticceria il cibo dopo la chiusura

Ci sono storie che scaldano il cuore in questo primo scorcio di inverno. Arriva dalla Sardegna, per la precisione da Quarto Sant’Elena l’esempio di una pasticceria il cui titolare, alla chiusura, lascia tutto il cibo che è rimasto invenduto fuori dal negozio per le persone meno fortunate che non se lo possono permettere.

Ogni sera alla chiusura lasceremo appesi fuori dei pacchetti con il non venduto! Per chi volesse…” ha scritto per la prima volta qualche settimana fa su Facebook il proprietario della pasticceria Miky’s Dream Bakery. E da allora, appunto, ad ogni chiusura serale, tutte le pizzette, i cornetti, i dolcetti, che non sono stati venduti durante la giornata, e che per le normative HACCP dovrebbero essere gettati, vengono messe in piccoli pacchetti, imbustate e appese fuori dalla saracinesca, a disposizione di senza tetto ma anche semplicemente di indigenti che non si possono permettere il lusso di un dolce.

Nicola Loi, questo il nome del pasticciere dal cuore d’oro, ha poi aggiunto sempre su Facebook: “Quello mi ha fatto un enorme piacere è stata una signora che l’altro giorno ha preso una busta e poi il giorno dopo è venuta a ringraziarci informandoci che grazie a quel vassoio 10 persone hanno mangiato dei dolcetti”.

VIRGILIO NOTIZIE | 16-11-2019 18:14

72943770_2721171501277059_6875282286208614400_o

TAG:

,,,,,,,