,,

Sanremo, idea "badge Covid" per il pubblico: come funziona

Il Festival di Sanremo senza pubblico è una possibilità concreta, ma gli organizzatori non si danno per vinti: spunta l'idea del "badge Covid"

Il Festival di Sanremo con il pubblico regolarmente al teatro Ariston. È questo il sogno degli organizzatori, che vorrebbero il consueto spettacolo nei limiti dei protocolli di sicurezza in piena emergenza sanitaria. Secondo l’Adnkronos starebbero pensando a una soluzione per consentire l’accesso delle persone solo dopo l’esito negativo del tampone: a certificarlo, uno speciale “badge Covid“. Ma come funziona?

Festival di Sanremo, si pensa al “badge Covid” per il pubblico: come funziona

Fra le misure di sicurezza sanitaria anti-Covid per il Festival di Sanremo ci sarebbe allo studio anche un badge speciale per l’ingresso all’Ariston, teatro in cui da decenni si svolge la kermesse.

Si starebbe infatti approfondendo la possibilità di realizzare un badge che verrebbe magnetizzato di volta in volta solo dopo l’effettuazione del tampone e il conseguente esito negativo.

Questo badge si smagnetizzerebbe dopo alcune ore rendendo necessaria la procedura ex novo per la giornata successiva,  garantendo così la sicurezza ogni giorno.

SANREMO, SCOPPIA LA POLEMICA SU IBRAHIMOVIC: “È RAZZISTA”

Festival di Sanremo, il ministro Speranza scrive al Cts

Intanto il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha scritto al Comitato tecnico scientifico chiedendo con una nota le indicazioni “sul protocollo di sicurezza per artisti e maestranze”, ma ribadendo che per gli spettacoli “che si svolgono nelle sale teatrali” valgono le norme previste dal Dpcm in vigore “che consente lo svolgimento di spettacoli in assenza di pubblico”.

Rientrerebbe dunque in questa casistica anche il Festival di Sanremo. La questione era stata sollevata dalle case discografiche che chiedevano un intervento del Cts sulla sicurezza dei cantanti che si esibiranno al Festival.

Il ministro Speranza ha chiesto nella lettera al Cts di pronunciarsi “in tempo utile” sulle “necessarie indicazioni”, tenendo però conto di quanto già è scritto nel Dpcm.

La Rai, nel frattempo, ha convocato il Cda giovedì 28 gennaio. I punti da affrontare sono vari, ma su tutti c’è ovviamente il Festival che condurrà Amadeusdal 2 al 6 marzo.

VirgilioNotizie | 27-01-2021 20:59

,,,,,,,