,,

Sanremo 2021: con il nuovo Dpcm la situazione si è complicata

Il Festival di Sanremo potrebbe slittare a data da destinarsi. Altra ipotesi è quella di escludere il pubblico

Il Festival di Sanremo 2021 rimane un’incognita. Se fino a pochi giorni fa c’era ottimismo – Amadeus rilanciava anche l’idea del pubblico da tenere in una ‘bolla’, su una nave da crociera -, ora la situazione si è complicata e non è nemmeno escluso che la kermesse possa slittare a data da destinarsi. A scombussolare i piani della manifestazione l’ultimo Dpcm che ha validità fino al 5 marzo (il Festival è calendarizzato dal 2 al 6 marzo) e che ha messo nero su bianco delle misure che non si sposano con l’organizzazione pensata mesi fa dalla produzione del concorso.

Come riporta Il Messaggero, qualche decisione sul futuro di Sanremo potrebbe essere presa a breve. “La notizia (del Dpcm, ndr) – si legge sul quotidiano – ha spinto i vertici di viale Mazzini a fissare una riunione per la metà della prossima settimana con tutte le parti interessate – Amadeus, Rai, Comune di Sanremo, sponsor – per decidere sul da farsi e per sciogliere il nodo sulle modalità operative del Festival, per poi far partire i tir da Roma”.

Alla luce delle nuove misure è probabile che il Festival si appresti a un’edizione a porte chiuse. Sulla vicenda ha speso parole anche Walter Ricciardi che ha messo in guardia circa la presenza del pubblico. Ma c’è dell’altro, perché non è nemmeno tramontata del tutto l’ipotesi di procrastinare la kermesse. Alcune indiscrezioni sostengono che ai piani alti di viale Mazzini c’è frenesia e i vertici non avrebbero nemmeno scartato la pista di rinviare il Festival a data da destinarsi. Magari in primavera, durante la seconda settimana di aprile.

Voci dicono che potrebbe andare in onda subito dopo Pasqua, che quest’anno casca il 4 aprile. In questo caso, però, ci sarebbe l’ostacolo sponsor e case discografiche che già si sono organizzate con le loro strategie per il mese di marzo.

VirgilioNotizie | 16-01-2021 21:23

,,,,,,,