,,

Salvini contro tutti a Pontida: da Di Maio al "duo sciagura"

Le dichiarazioni del leader della Lega nel raduno del partito in provincia di Bergamo

Matteo Salvini è arrivato al raduno della Lega a Pontida, dove parlerà sul palco nella giornata di oggi, domenica 15 settembre. In mattinata i militanti hanno contestato e insultato il giornalista Gad Lerner. Hanno anche aggredito un videomaker collaboratore di Repubblica, al quale è stata rotta la videocamera mentre cercava di riprendere un militante che gridava “Mattarella mafioso”.

Il leader del Carroccio, prima dell’intervento sul palco, ha parlato con i cronisti presenti. Queste le sue dichiarazioni in merito al progetto di scissione di Matteo Renzi: “Penso che questo governo sia figlio di un enorme imbroglio e penso che Renzi sia uno dei protagonisti di questo imbroglio. Sarò sempre più spesso a Roma, non solo in Senato ma anche in città, perché questo governo della truffa vede anche l’accordo del duo sciagura per Roma e i romani, cioè Raggi e Zingaretti. Se Roma è conciata così è grazie a loro”.

A proposito della Ocean Viking arrivata a Lampedusa, Salvini ha poi aggiunto: “L’Italia torna a essere un campo profughi, lo vedremo nelle prossime settimane. Se smonteranno il decreto sicurezza sarà un’altra occasione di referendum. Sull’immigrazione la vedo male nei prossimi mesi”.

Poi, il leader della Lega ha sferrato un nuovo attacco a Luigi Di Maio: “Oggi non vorrei essere un Di Maio che va col cappello in mano nelle sedi del Pd in Umbria, in Emilia e in Calabria a chiedere due posticini, preferisco essere Salvini. Che triste fine per chi voleva la rivoluzione”.

Infine, Matteo Salvini ha illustrato la sua idea di centrodestra: “Esiste un’alleanza naturale tra tutti coloro che si oppongono alla sinistra e a questo governo della vergogna. Bisogna andare oltre le vecchie sigle e i vecchi partiti. La manifestazione del 19 ottobre sarà l’esordio di questo modo nuovo di fare politica”.

Il leader leghista ha anche annunciato che gli alleati del centrodestra “sono d’accordo su un referendum sulla legge elettorale“, per abrogarne la parte proporzionale e “trasformare il nostro sistema in un sistema in cui chi prende più voti governa”.

Salvini ha poi affrontato anche il tema degli affidi illeciti di Bibbiano e ha invitato sul palco alcune delle famiglie coinvolte.

VIRGILIO NOTIZIE | 15-09-2019 11:28

Salvini e il referendum sulle elezioni: le reazioni dei politici Fonte foto: Ansa
Salvini e il referendum sulle elezioni: le reazioni dei politici
,,,,,,,