,,

Salvini, nuovo attacco a Renzi: "Pallone gonfiato"

Il leader della Lega, presente a Todi in uno degli appuntamenti in vista delle Regionali in Umbria, ha attaccato nuovamente Renzi

Il leader della Lega Matteo Salvini torna all’attacco di Matteo Renzi, reduce dalla due giorni alla Leopolda. L’ex ministro dell’Interno, in visita domenica a Todi in uno degli appuntamenti in Umbria in vista delle prossime elezioni Regionali, ha puntato il dito nuovamente contro il leader di Italia Viva definendolo “un pallone gonfiato“.

“Stasera tutti i tg daranno come prima notizia Renzi e la Leopoldina, uno che rappresenta il 3% degli italiani. Un pallone gonfiato, un ladro di democrazia che probabilmente non lo vota più nemmeno suo padre” ha dichiarato Salvini, secondo quanto riferito da Ansa.

Il leader della Lega ha poi riferito che “uno che vuole cancellare Quota 100 e tornare alla legge Fornero, va curato. Va portato in un ospedale in Umbria. E lo dico apposta”.

“Io in un governo con Renzi? Mai nella vita, nemmeno se mi offrissero di fare il re del mondo. Lo tenga a memoria” ha poi continuato il leader del Carroccio.

Salvini poi, riferendosi alle polemiche fatte da Maria Elena Boschi al Pd, ha sottolineato: “Il Pd è il partito delle tasse, delle manette e degli sbarchi, ma è surreale che l’attacco arrivi dalla Boschi che con quel partito ha fatto il ministro. Renzi e Boschi attaccano il Pd, ma ne sono complici, la loro è solo ipocrisia”.

Un duro attacco da parte dell’ex vicepremier al quale va aggiunto, oltre quello della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni quello di reazione alle dichiarazioni di Renzi nel discorso conclusivo della Leopolda: “Alla Leopolda il Festival della poltrona. Fanno il governo insieme e si insultano ogni giorno. Domenica in Umbria la prima lezione di Democrazia dal Popolo Italiano”.

Regionali Umbria, Salvini avverte Conte

Salvini si è poi concentrato sul volto in Umbria, definito crocevia importante per il governo Conte: “Il voto umbro conta e conta tanto e lo ha capito anche il signor Conte che ha insultato gli umbri e i leccesi dicendo ‘che vuoi che conti l’Umbria che è grande come la provincia di Lecce’. Squallido da un presidente del Consiglio”.

Poi ha concluso: “Il voto in Umbria è importantissimo perché è il primo test politico da quando è nato il nuovo governo e penso che la Lega avrà un trionfo”.

VIRGILIO NOTIZIE | 21-10-2019 07:00

Leopolda, le reazioni dei politici alle parole di Renzi Fonte foto: Ansa
Leopolda, le reazioni dei politici alle parole di Renzi
,,,,,,,