,,

Matteo Salvini, tutti i voli di Stato e con aerei della polizia

L'elenco dei voli di Stato dell'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini

Nel giorno in cui si è diffusa la notizia che Matteo Salvini è indagato per abuso d’ufficio per la questione dei 35 voli di Stato che la Corte dei Conti aveva già considerato illegittimi (il fascicolo fu poi archiviato), ‘Ansa’ ha riportato l’elenco dei 43 voli che, in 11 mesi, cioè dall’insediamento del governo M5S-Lega a giugno 2018 fino al giorno in cui è uscita la notizia dell’inchiesta della Corte dei Conti (il 16 maggio 2019), l’ex Ministro dell’Interno ha effettuato su aerei della Polizia (19), velivoli del 31/o Stormo dell’Aeronautica Militare (22) e C23j dell’Aeronautica Militare (2).

La specifica dei voli fu fornita dallo stesso Viminale a maggio scorso per “un’operazione trasparenza contro le insinuazioni”.

“Nessun abuso e nessuna irregolarità, nessun volo di Stato per fare comizi ma sempre per impegni istituzionali, sfido chiunque a dimostrare il contrario” – disse in quell’occasione Matteo Salvini.

Il Viminale diffuse due tabelle, una relativa ai voli di Stato – per un totale di 24 tratte (con i voli dell’Aeronautica) – e una con le 19 tratte effettuate con i velivoli della Polizia.

I voli di Stato, stando alla tabella del Viminale, sono stati utilizzati dal leader leghista il 25 giugno (visita a Tripoli), l’11 e il 12 luglio (vertice informale dei ministri dell’Interno a Innsbruck), il 18 luglio (visita al Cairo), il 14 agosto (Catania, per visita a immobile confiscato), a Ferragosto da Reggio Calabria a Genova (dopo il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica per andare nel capoluogo ligure per il crollo del ponte Morandi).

E poi: il 14 settembre (a Vienna per la conferenza su sicurezza e immigrazione), il 27 settembre (per la visita a Tunisi), l’8 e il 9 ottobre (per il G8 a Lione), il 29 e 30 ottobre (per la visita in Qatar), il 5 e 6 novembre (per la visita in Ghana), l’11 e il 12 dicembre (per la visita in Israele), il 9 gennaio 2019 (per la visita in Polonia), il 4 e 5 aprile (per la riunione del G7 a Parigi).

I voli con gli aerei della Polizia sono stati invece effettuati il 13 settembre 2019 da Roma a Bari (per la Fiera del Levante), il 16 settembre (da Ancona a Milano dopo la visita all’ ‘hotel house’), il 25 ottobre da Roma a Villafranca (per Fieracavalli), il 4 novembre da Treviso a Pratica di Mare (per l’emergenza maltempo a Terracina), il 18 dicembre da Roma a Bologna (per una visita a un bene confiscato), il 27 dicembre da Milano a Rimini (per il comitato sicurezza a Pesaro), da Rimini a Catania (per una riunione in prefettura) e da Catania a Roma.

E ancora: il 4 gennaio 2019 da Milano a Pescara (per il Comitato ordine pubblico), il 16 gennaio da Roma a Cagliari (per il Comitato ordine pubblico), il 18 gennaio da Roma a Pescara (per l’anniversario della tragedia di Rigopiano), da Pescara a Napoli (per l’inaugurazione del commissariato di Afragola) e da Napoli a Roma, il 10 maggio da Pratica di Mare a Reggio Calabria (per la consegna di un bene confiscato a Platì), da Lamezia a Napoli (per un arresto di camorra) e da Napoli a Milano.

Il fascicolo sui voli di Stato di Salvini venne archiviato dopo la trasmissione degli atti alla Procura di Roma, non essendoci stati riscontri di un danno erariale.

 

VIRGILIO NOTIZIE | 12-12-2019 17:46

Matteo Salvini, tutti i voli di Stato e con aerei della polizia Fonte foto: Ansa
,,,,,,,