,,

Salvini contro Di Maio: c'è un retroscena. E ora è sfida a Conte

Spunta un curioso retroscena sulle tensioni tra Salvini e Di Maio, ma il bersaglio del leader della Lega ora è il premier Conte

Le polemiche interne al Governo non accennano a placarsi e, anzi, torna d’attualità l’ipotesi di una crisi dell’Esecutivo.

Il “Corriere della Sera” riporta un virgolettato attribuito a un ministro (rimasto anonimo) che avrebbe parlato con Matteo Salvini. Queste le parole: “Se pensano che la questione della crisi di governo sia chiusa, allora hanno fatto male i loro calcoli. Matteo può rompere anche a ferragosto”.

Il quotidiano descrive Salvini come “furibondo” per le modifiche ai testi sull’Autonomia. E, in privato avrebbe detto: “Vedo che mi attribuiscono la volontà di un rimpasto, di togliere Toninelli o qualcun altro. Nulla di più falso”. Il bersaglio delle sue critiche, ora, sarebbe Giuseppe Conte.

Mercoledì, il vicepremier leghista è atteso nell’Aula di Palazzo Madama per ascoltare dal vivo le parole del Presidente del Consiglio sul caso Russiagate. Poi, dopo il premier, Salvini dovrebbe prendere la parola, forse dai banchi nella Lega nell’emiciclo e non da quelli del Governo.

Salvini contro Di Maio: il retroscena sullo “scambio di persona”

Intanto, spunta un curioso retroscena sulle tensioni dei giorni scorsi tra Salvini e Di Maio: secondo fonti parlamentari del Movimento 5 Stelle, giovedì scorso Salvini sarebbe andato su tutte le furie dopo che il suo staff avrebbe attribuito una nota riportata da un’agenzia di stampa, contenente dure dichiarazioni che invocavano una mozione di sfiducia proprio contro il vicepremier leghista, a Luigi Di Maio anziché al vero autore di quelle dichiarazioni, cioè il quasi omonimo Marco Di Maio, deputato del Pd.

VIRGILIO NOTIZIE | 20-07-2019 12:23

Salvini contro Di Maio: c'è un retroscena. E ora è sfida a Conte Fonte foto: Ansa
,,,,,,,