,,

Salvini, attacco a Conte e ipotesi elezioni: le parole

Duro attacco al presidente del Consiglio da parte dell'ex ministro, poi Salvini ha parlato dell'ipotesi di tornare al governo

Il leader della Lega Matteo Salvini è tornato ad attaccare pubblicamente il presidente del Consiglio Giuseppe Conte dopo lo scontro avvenuto in Senato dopo l’informativa sul Mes. L’ex ministro, ospite della trasmissione Porta a Porta, ha puntato il dito contro il premier.

“Noi ne stiamo parlando adesso di Mes grazie alla Lega: il nostro capogruppo alla Camera intervenne questa estate e Conte zitto. Io vedo nello sguardo del premier uno sguardo di chi scappa e ha paura” ha ammesso Salvini secondo le anticipazioni pubblicate da Ansa.

Salvini ha poi sottolineato di non aver “mai sentito un capo del governo minacciare querela contro il capo dell’opposizione” invitando successivamente Conte a rispondere “con i fatti, con le soluzioni, non con le minacce”.

Poi, sul caso sollevato dalle Iene sul concorso sostenuto da Conte per diventare docente di diritto privato, ha proseguito: “Non faccio il giudice e per me le persone sono innocenti sino a prova contraria. Poi se è vero che è diventato professore giovanissimo, e nella commissione giudicatrice c’era uno con cui ha rapporti professionali, allora è un problema. Poi vedo se riesce a smentire anche fatture su carte intestate”.

Mes, Salvini indica la soluzione

Il leader del Carroccio, rispondendo alla domanda su quale possa essere la soluzione per lo scontro sul Mes, ha poi ribadito: “C’è la Bce, a cosa serve se non a garantire i depositi bancari europei? È la Bce quella che deve assicurare i conti e i debiti“.

“Questa modifica è dannosa: se una medicina fa male e te la impongono da Bruxelles io non la do a mio figlio” ha continuato.

Governo, ipotesi elezioni

“La via maestra per tornare al governo sono le elezioni” ha affermato il leader della Lega, ribadendo che non ci possa essere un governo a guida Lega in questa legislatura, magari con l’appoggio di una quota di parlamentari Cinque Stelle.

Poi sulle sardine: “A me mettono allegria, le sardine sono colorate, a parte quelli che credono che torni il fascismo e l’odio”.

Infine il leader della Lega ha ammesso: “Se tornassi indietro ridirei ‘voglio pieni poteri‘, io voglio un governo che governi. Io non intendo cambiare gli equilibri della Costituzione”.

VIRGILIO NOTIZIE | 03-12-2019 20:44

salvini-5 Fonte foto: Ansa
,,,,,,,