,,

Fondi russi alla Lega, spunta un quarto uomo: è giallo

All'incontro a Mosca potrebbe esserci stato un quarto italiano, un altro 'Luca'

Emerge un nuovo elemento nel Russiagate: all’incontro che si è svolto all’hotel Metropol di Mosca il 18 ottobre scorso, al centro dell’inchiesta della procura di Milano per corruzione internazionale, potrebbe esserci stato un quarto uomo italiano. A rilanciare l’ipotesi è La Repubblica secondo cui potrebbero essere quattro gli italiani che erano presenti al colloquio con i russi e non tre come emerso finora in base alla trascrizione della registrazione audio pubblicata da Buzzfeed News.

Il primo a venire identificato, da L’Espresso e dallo stesso sito americano, era stato Gianluca Savoini, ex portavoce di Salvini e presidente dell’associazione “Lombardia Russia”. Poi erano usciti allo scoperto l’avvocato Gianluca Meranda e il banchiere Francesco Vannucci, sostenendo di essere gli altri due italiani, ‘Luca’ e ‘Francesco’, che si sentono nell’audio registrato.

Secondo la Repubblica però ci sarebbero almeno due fonti che sostengono che la trascrizione dell’audio del colloquio sarebbe incompleta, e che sarebbe stato presente un quarto italiano, un altro ‘Luca’. Nessuno dei protagonisti della vicenda finora si è espresso sull’ipotesi rilanciata dal quotidiano romano.

“Non desidero rilasciare dichiarazioni per il momento”, ha detto all’Adnkronos Gianluca Meranda, l’avvocato che nei giorni scorsi aveva rivelato di essere il ‘Luca’ presente nella registrazione audio. L’uomo risulta indagato a Milano per corruzione internazionale, il secondo dopo Savoini, e ieri ha ricevuto la perquisizione della Guardia di Finanza, come anche Francesco Vannucci. Come riporta l’Ansa, Meranda è stato convocato in Procura e nel pomeriggio verrà ascoltato dai pm titolari dell’inchiesta.

VirgilioNotizie | 18-07-2019 12:51

Moscopoli, chi sono i protagonisti del Russiagate italiano Fonte foto: Ansa
Moscopoli, chi sono i protagonisti del Russiagate italiano
,,,,,,,