,,

Russiagate, cosa può riferire Conte al Copasir

Fonti Usa smentiscono l'incontro tra il premier e William Barr che, in veste di vertice dell'Fbi, avrebbe chiesto informazioni agli 007 italiani

Il premier Giuseppe Conte si è detto pronto ad incontrare il neo presidente del Copasir Raffaele Volpi per riferire sul caso Russiagate. Il presidente del Consiglio, che negli ultimi giorni ha visto montare sempre di più la polemica sul caso internazionale, secondo quanto riportato da Adnkronos sarebbe pronto a confermare di non aver mai incontrato il procuratore generale americano William Barr.

Secondo fonti americane infatti l’attorney general statunitense avrebbe incontrato i capi dell’intelligence italiana nella sua veste di vertice dell’Fbi quale supervisore e direttore delle attività del dipartimento di Giustizia senza mai entrare in contatto diretto col presidente del Consiglio. Data la delicatezza della vicenda, secondo quanto riferito, Barr ed i suoi avrebbero preferito mantenere l’anonimato incontrando l’intelligence italiana in gran segreto a Piazza Dante.

Il procuratore generale, in riferimento agli incontri, avrebbe chiesto elementi di prova sul complotto contro Trump del 2016 ed informazioni sul professore maltese Joseph Mifsud, ricevendo però “nessuna evidenza” dagli 007 italiani.

Secondo quanto riportato da Adnkronos la linea difensiva del premier Conte al Copasir potrebbe dunque basarsi sul mancato incontro con Barr e Durham, ma non è escluso che il contatto possa essere avvenuto per linea telefonica col tycoon Donald Trump.

VirgilioNotizie | 11-10-2019 17:48

conte Fonte foto: Ansa
,,,,,,,