,,

Russia, spari all'università: panico tra studenti, ci sono vittime

Un uomo è entrato all'Università Statale di Perm, in Russia, e ha aperto il fuoco: ci sarebbero delle vittime, tra cui l'assalitore

Terrore in Russia. Una persona ha aperto il fuoco in uno dei plessi dell’Università Statale di Perm, a circa 1.400 chilometri a Est di Mosca. Secondo quanto riportato da Tass, le cui informazioni sono state riprese dall’Ansa. Molti studenti sono stati costretti a fuggire dalle finestre: ci sarebbero dei morti.

Russia, sparatoria all’università: studenti scappano dalle finestre

Una persona non identificata ha aperto il fuoco in uno degli edifici dell’Università Statale di Perm in Russia, ferendo diverse persone. Una fonte delle forze dell’ordine, citata da Tass, ha spiegato che diversi studenti “si sono chiusi negli auditorium delle università per nascondersi dall’aggressore. Alcuni sono saltati fuori dalle finestre“.

L’università, sui social, ha riferito che sarebbero rimaste ferite delle persone: “Alle 11 circa, una persona sconosciuta con una pistola è entrata nel campus dell’Università di Perm e ha aperto il fuoco in strada. Tutti i servizi della città e dell’università sono in massima allerta. Vi terremo informati”. Tutte le lezioni sono state ovviamente annullate.

Russia, spari all’università: chi è l’assalitore

L’aggressore non è stato ucciso dalle forze dell’ordine nel corso dell’operazione di arresto, come riportato erroneamente in un primo momento dalle agenzie internazionali. Sarebbe però stato ferito gravemente e portato in ospedale.

Si tratterebbe del 18enne Timur Bekmansurov, identità rivelata dalla testata Meduza, che ha citato a sua volta i canali Telegram di 112 e Baza. Mash, altro media attivo su Telegram, ha scritto che sarebbe uno studente della facoltà di Giurisprudenza, nel corso di Scienze forensi.

Prima della sparatoria, Bekmansurov avrebbe scritto un post su VKontakte, il Facebook russo, in cui chiedeva che le sue azioni non fossero considerate un atto terroristico e affermava di non essere membro di alcuna organizzazione estremista.

Odio me stesso, ma voglio fare del male a tutti quelli che si mettono sulla mia strada“, aveva scritto. VKontakte ha poi cancellato il messaggio.

Russia, spari all’università: almeno 6 morti, ci sono feriti gravi

Ansa fa sapere che al momento i morti sarebbero 6. Ci sarebbero 24 feriti, tutti portati in ospedale. Lo stato di almeno uno di loro è definito “grave”, quello di altri sei di “moderata gravità”.

A maggio una sparatoria in una scuola di Kazan, nel sud del Paese, aveva provocato la morte di 8 allievi. Dopo quell’episodio il presidente russo, Vladmir Putin, aveva preannunciato nuove norme più restrittive per il possesso di armi da parte di civili.

 

VirgilioNotizie | 20-09-2021 14:00

perm Fonte foto: Reuters
,,,,,,,