,,

Roma, nuotatrice 14enne denuncia l'allenatore per molestie sessuali: indagini in corso

La ragazza, dopo un anno dalle accuse, ha confermato la versione secondo la quale l’allenatore avrebbe cercato di abusare di lei durante una trasferta

Pubblicato il:

Agosto 2021, Roma. Una squadra di nuoto friulana arriva nella capitale per partecipare a una competizione. E con la scusa di dare consigli pre-gara, un giovane allenatore avrebbe invitato in camera e cercato di abusare di una sua nuotatrice, all’epoca quattordicenne.

I fatti di Roma

Siamo in un albergo di Roma, in zona Prati. La squadra di nuoto, arrivata da Udine, si rilassa tra stanze e corridoi prima dell’inizio delle gare.

Roma, nuotatrice quindicenne accusa di molestie sessuali il suo allenatore
Una piscina prima dell’inizio di una gara

Ad un certo punto uno degli istruttori, giovane di ventisei anni, chiama a sé una delle nuotatrici. Per rimproverarla degli schiamazzi nei corridoi e per darle consigli su come affrontare le prossime gare.

Ad un certo punto però, il ragazzo si sarebbe avvicinato troppo, tentando di spogliare e palpeggiare la quattordicenne che è prontamente scappata via dalla stanza.

Ora, a distanza di un anno, la versione della ragazza è stata ribadita ed è diventata una denuncia. Alla quale però l’istruttore si oppone fermamente.

L’accusa della quindicenne

La nuotatrice, oggi quindicenne, una volta rientrata a Udine dalla trasferta laziale avrebbe raccontato quanto accaduto prima ad un’amica, poi ai genitori ed infine alla Polizia.

Le indagini, che si sono svolte in forma protetta, hanno visto la collaborazione di uno psicologo, che ha raccolto le testimonianze della ragazza.

Secondo l’accusa, l’allenatore avrebbe tentato di spingere sul letto la ragazza, palpeggiandola e provando a spogliarla prima che lei riuscisse a divincolarsi e a fuggire.

Le conseguenze delle accuse

Le accuse della minorenne sono state totalmente rigettate dall’allenatore che, stando a quanto riportato dal Messaggero, ha affermato di aver rimproverato la ragazza per il baccano e per il poco impegno mostrato durante gli allenamenti.

L’allenatore, a capo della sezione di nuoto e con diversi titoli che attestano la preparazione professionale, è un istruttore apprezzato dalla Federnuoto friulana.

Tanto che al momento, in attesa di sapere se l’inchiesta andrà avanti o verrà archiviata, è ancora saldamente al suo posto.

Mentre la ragazza, da poco dopo gli avvenimenti di Roma, non si è più fatta vedere agli allenamenti della squadra.

 

 

 

TAG:

auto-polizia Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,