,,

Riscaldamento globale oltre 1,5 gradi per la prima volta: ma per alcuni ricercatori era già successo nel 2010

La soglia di 1,5 gradi di riscaldamento globale è stata superata nel 2023, ma forse era già stata raggiunta nel 2010

Pubblicato il:

La prima soglia è stata superata. Il riscaldamento globale ha passato 1,5 grandi centigradi di aumento nel corso di un intero anno rispetto ai livelli medi pre industriali. Secondo altre osservazioni però, era già successo nel 2010.

Superata la soglia degli 1,5 gradi centigradi

Secondo il programma Copernicus dell’Esa, l’Agenzia spaziale europea, il riscaldamento globale tra febbraio 2023 e gennaio 2024 ha superato stabilmente gli 1,5 gradi rispetto ai 5 decenni considerati l’ultimo periodo preindustriale, quelli tra il 1850 e il 1900.

Si tratta della soglia massima stabilita dagli accordi della Cop21 di Parigi, la conferenza sul clima dell’ONU che ha raggiunto i risultati più incoraggianti sul tema del riscaldamento globale, tenutasi del 2015.

Riscaldamento globale 1,5gradiFonte foto: ANSA
L’ultima conferenza sul clima, tenutasi a Dubai

Si tratta di un dato molto grave. Le stime precedenti fissavano per il 2030 il raggiungimento di questa soglia. Il 2023 però è stato uno degli anni pià caldi mai registrati, una tendenza confermata anche dal mese di gennaio del 2024.

Le conseguenze del superamento della prima soglia

Non è detto che anche per il 2024 il pianeta supererà la soglia di riscaldamento degli 1,5 gradi centigradi. Piccole variazioni momentanee potrebbero riportare la temperatura sotto quella soglia. Un superamento di lunga durata sembra però inevitabile, dato che le emissioni di CO2 globali continuano a crescere, anche se a un ritmo meno elevato.

Le conseguenze di questo innalzamento delle temperature sono già visibili. Aumento di fenomeni meteorologici estremi, con conseguenze come grandi frane, alluvioni o incendi, come quelli che nell’ultima settimana hanno ucciso 131 persone in Cile.

Gli scienziati rimangono meno pessimisti che per altre soglie fissate da conferenze successive. È ancora possibile, raggiungendo la neutralità carbonica, quindi portando a zero l’aumento di emissioni di CO2, invertire questo aumento e riportare le temperature ai livelli naturali.

Secondo alcuni ricercatori era già successo nel 2010

Uno studio pubblicato sulla rivista Nature Climate Change da un team di ricercatori australiani mette però in una prospettiva ancora più drammatica il riscaldamento globale. La tesi della ricerca è che l’aumento di 1,5 gradi sia già stato raggiunto nel 2010.

Lo studio non analizza le temperature moderne, ma rivede, tramite lo studio di scheletri di spugne morte attorno all’era pre industriale nei Caraibi orientali, quelle di fine 1800. In quell’epoca, la fine della cosiddetta “piccola era glaciale”, la Terra sarebbe stata ancora più fredda di quanto fosse stato stimato in precedenza.

Di conseguenza, gli effetti del riscaldamento globale moderno, che hanno cominciato a farsi sentire solo dagli anni ’50, sarebbero più gravi di quanto si pensasse in precedenza. In questo caso le misure decise alle conferenze sul clima, come la COP28 del 2023 a Dubai sarebbero insufficienti.

clima Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,