,,

Ricoveri Covid percentuale in crescita: in 8 regioni, in 6 anche in terapia intensiva, monitoraggio Agenas

Aumentano le percentuali dei ricoveri per Covid-19 nei reparti ordinari e in rianimazione in molte Regioni

Insieme alla risalita dei contagi generalizzata crescono anche le percentuali di posti letto occupati da pazienti Covid sia nei reparti ordinari sia in terapia intensiva. Secondo il monitoraggio dell’Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, aggiornato al 22 novembre, sono 8 le regioni che registrano numeri in aumento in area medica e 6 quelle che rilevano una crescita dei ricoveri.

Ricoveri Covid in crescita in 8 regioni, in 6 anche in terapia intensiva: i dati Agenas

A livello nazionale, secondo i dati dell’Agenzia, i pazienti Covid il 6% delle terapie intensive e l’8% dei posti in reparto, con entrambi i valori sotto la soglia limite, del 10% e 15%, tra le soglie che determinano il passaggio di una regione in zona gialla. A superare entrambi i livelli è il Friuli Venezia-Giulia, con rispettivamente il 15% e il 17%, nonostante la situazione risulti al momento stabile.

Il quadro va però peggiorando anche in buona parte del territorio nazionale, in particolare queste sono le otto regioni in cui l’aumento dei posti letto occupati da pazienti Covid nei reparti ordinari: Calabria (al 7%), Marche (al 10%), Puglia (al 4%), Piemonte (al 5%), Toscana (all’8%), Umbria (al 7%), Sardegna (al 6%) e Bolzano (al 9%).

Sale in altre sei regioni anche la percentuale di ricoveri per Sars-CoV-2 nelle terapie intensive: Basilicata (al 2%), Lombardia (all’11%), Veneto (al 6%), Piemonte (al 6%), Sicilia (al 10%) e Trento (al 10%). La situazione è stabile in Friuli Venezia Giulia, ma a livelli oltre soglia, pari a 15% e 17%.

Covid, le percentuali di ricoveri regione per regione: i dati Agenas

Di seguito la situazione relativa a tutte le regioni, rispettivamente nei reparti ordinari e nelle terapia intensive:

  • Abruzzo 4% e 7%;
  • Basilicata 2% (+1) e 6%;
  • Calabria 7% (+1%) e 12%,
  • Campania 5% e 8%,
  • Emilia Romagna 6% e 7%;
  • Friuli Venezia Giulia 15% e 17%;
  • Lazio 9% e 10%;
  • Liguria 8 (-1%) e 7%;
  • Lombardia 4% e 11% (+1%);
  • Marche 10% (+2%) e 7%,
  • Molise 3% e 5%;
  • Pa Bolzano 9% (+1%) e 16%;
  • Pa Trento 7% e 10% (+2%);
  • Piemonte 5% (+1) e 6% (+1);
  • Puglia 4% (+1%) e 5%;
  • Sardegna 6% (+1%) e 3%;
  • Sicilia 5% e 10% (+1%);
  • Toscana 8% (+1%) e 5%;
  • Umbria 7% (+1%) e 7%;
  • Valle d’Aosta 3% e 7% (-1%);
  • Veneto 6% e 6% (+1%).

Ricoveri Covid in crescita in 8 regioni, in 6 anche in terapia intensiva: rischio zona gialla in Emilia-Romagna

“Se fosse per i vaccinati ricoverati non rischieremmo minimamente la zona gialla. Così alcune regioni già ci vanno adesso, le altre regioni come noi rischiano tra qualche settimana la zona gialla se il contagio si diffonde e se aumentano i ricoveri” ha detto così il presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, commentato la conferenza Stato-Regioni in merito al giro di vite sul super Green pass.

Il governatore ha tenuto a precisare come nei reparti di terapia intensiva la gran parte dei ricoverati per Covid sia costituita da non vaccinati, anche se il rapporto tra questi e i vaccinati in regione sia “di 1 a 9”.

VirgilioNotizie | 23-11-2021 14:24

Covid, spariscono le aree verdi in Europa: la mappa dell'Ecdc. Diverse regioni italiane in zona rossa Fonte foto: ANSA
Covid, spariscono le aree verdi in Europa: la mappa dell'Ecdc. Diverse regioni italiane in zona rossa
,,,,,,,