,,

Razzismo: si dimette assessore leghista nella bufera per un video

Leonardo Binda è accusato di aver paragonato una persona di colore a una foca

Si è ufficialmente dimesso l’assessore alla cultura del Comune bresciano di Orzinuovi, il leghista Leonardo Binda, accusato di razzismo e finito al centro di una polemica sul web e sui social network. In un video pubblicato in rete, come riporta l’Ansa, l’esponente del Carroccio avrebbe paragonato le persone di colore alle foche.

“La giovane età dell’assessore Leonardo Binda o il contesto giocoso in cui la frase incriminata è stata pronunciata non possono in alcun modo giustificare il contenuto grave ed inaccettabile”, ha dichiarato all’Ansa il sindaco di Orzinuovi, Gianpietro Maffoni.

“Apprezzo quindi il gesto di Leonardo Binda che ha deciso di rassegnare le dimissioni da assessore, dimostrando di aver compreso il suo errore”, ha concluso il primo cittadino, anche senatore di Fratelli d’Italia.

Il video dell’assessore leghista accusato di razzismo

Nel video che ha fatto il giro della rete verrebbe inquadrato il giovane leghista che partecipa a un gioco, con lo scopo di indovinare il soggetto ritratto in un’immagine attaccata sulla fronte, una foca.

Gli amici avrebbero detto: “È quell’animale grasso che vive in acqua”. A seguire, la risposta che ha scatenato le polemiche: “È un ne*ro”. Il riferimento del giovane esponente della Lega ha attirato molte critiche dopo la diffusione del video.

Il leghista ha poi cercato di difendersi, come riporta la testata locale Qui Brescia, dicendo di non aver avuto l’intenzione di offendere alcuno.

Proprio contro il razzismo, la scorsa settimana il Senato ha votato a favore di una Commissione Straordinaria voluta da Liliana Segre. La Lega, in quell’occasione, ha deciso di astenersi dal voto e oggi Matteo Salvini ha chiarito i motivi del gesto.

VIRGILIO NOTIZIE | 05-11-2019 15:35

leonardo-binda-bufera-razzismo Fonte foto: Facebook
,,,,,,,