,,

Ragazzino punto da manta: paralizzato dal tronco in giù

Un ragazzino genovese di 12 anni è stato punto da una manta velenosa in Costa Rica. Richiesto volo di stato per riportarlo in Italia

Un ragazzino genovese di 12 anni è stato punto da un trigone, una specie di manta velenosa, mentre faceva il bagno nella spiaggia di La Mina in Costa Rica. Secondo quanto riporta l’Ansa, il giovane è rimasto paralizzato dal tronco in giù, ed è ricoverato all’ospedale pediatrico della capitale San José dal 20 ottobre.

Stando a quanto riporta l’Ansa, i genitori, che erano con lui, hanno riferito che la manta ha conficcato l’aculeo nel collo del ragazzino. I parenti hanno subito contattato l’Unità dipartimentale di Chirurgia vertebrale dell’ospedale Maggiore di Bologna, che si è detta pronta ad accogliere il ferito.

Ma il ragazzino può fare ritorno in Italia solo stando steso in posizione orizzontale, quindi l’ambasciata d’Italia a San José si è messa in moto per permettere il trasporto oltreoceano con un volo umanitario.

Secondo quanto riporta l’Ansa, fonti diplomatiche assicurano che l’ambasciata è in stretto raccordo con la Farnesina, prestando ogni assistenza necessaria per garantire il trasferimento del giovane.

Cristina Lodi, capogruppo Pd Comune di Genova e Alberto Pandolfo, segretario Pd Genova, hanno rilasciato una nota in cui si legge: “Venti giorni di lavoro silenzioso, lontano dai riflettori, in costante contatto con la famiglia in Costa Rica”.

“Ci siamo immediatamente attivati – prosegue la nota riportata dall’Ansa – con i nostri parlamentari in Commissione Esteri, che si sono fatti parte attiva anche con i nostri rappresentanti presso il Ministero degli Esteri, al fine di poter avere i permessi necessari per poter portare a casa il ragazzino genovese”.

Lodi e Pandolfo esprimono “vicinanza e affetto alla famiglia” sperando “che possa presto essere sottoposto alla cure necessaria all’Ospedale Maggiore di Bologna per poter tornare presto nella sua città che lo aspetta a braccia aperte”.

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha scritto una lettera al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Nella lettera, citata dall’Ansa, c’è la richiesta per “il trasporto urgente in Italia per ragioni sanitarie” del ragazzino genovese.

“Mi permetto di segnalarvi l’urgenza e la delicatezza della situazione – ha scritto Toti – affinché venga autorizzato il trasporto del bambino con volo di Stato”.

VIRGILIO NOTIZIE | 12-11-2019 20:09

croce-rossa-2 Fonte foto: ANSA
,,,,,,,