,,

Putin sceglie i missili nucleari Iskander-M: li lancerà dalla Bielorussia per vincere la guerra in Ucraina

Vladimir Putin vuole vincere la guerra in Ucraina usando i missili nucleari lanciati dai sistemi Iskander-M in arrivo agli alleati della Bielorussia

Pubblicato il:

Nei prossimi mesi la Russia consegnerà alla Bielorussia dei sistemi Iskander-M che saranno in grado di “lanciare missili con testate nucleari”. Lo ha riferito Vladimir Putin durante l’incontro a San Pietroburgo con il suo omologo di Minsk, Aleksander Lukashenko, come riporta l’agenzia Tass.

Vladimir Putin arma la Bielorussia contro le armi nucleari occidentali

Lo Zar ha dichiarato che “l’Occidente detiene 200 munizioni tattiche nucleari, e 257 aerei sono stati preparati per il loro possibile utilizzo”.

“Abbiamo la responsabilità di garantire la nostra sicurezza“, ha sottolineato il presidente russo. Aggiungendo che “gli aerei bielorussi Su-25 possono essere aggiornati in Russia e può iniziare l’addestramento dell’equipaggio”.

Putin sceglie i missili nucleari Iskander-M: li lancerà dalla Bielorussia per vincere la guerra in UcrainaFonte foto: EPA / Cremlino
Un missile lanciato da un sistema Iskander-M durante un’esercitazione in Russia.

La Bielorussia entra in guerra con l’Ucraina spinta dalla Russia?

Nella notte tra venerdì 24 giugno e sabato 25 giugno sarebbero arrivati almeno 40 missili nel territorio dell’Ucraina, e molti altri sono arrivati all’alba di domenica 26 giugno, anche a Kiev.

È la prima volta dall’inizio della guerra che la Russia colpisce il Paese con un raid aereo partito dalla Bielorussia. Per l’intelligence ucraina, il Gur Mo, si tratterebbe di una provocazione per coinvolgere anche gli stati vicini nella guerra.

Anche Severodonetsk è caduta in mano nemica: la ritirata ucraina

Nel mentre la città di Severodonetsk è totalmente in mano russa, come annunciato dal sindaco Oleksandr Stryuk, spiegando che non è più possibile lasciare il territorio comunale.

I militari ucraini hanno optato per la ritirata. Si tratterebbe di una decisione “tattica per ottenere una vittoria strategica” dopo aver riunito le truppe, come ha dichiarato il generale Kyrylo Budanov, capo dell’intelligence.

La previsione del capo dell’intelligence sulla fine della guerra

Ha aggiunto che “l’Ucraina tornerà ai suoi confini del 1991, non ci sono altri scenari”, se non quello di sconfiggere i russi in Crimea, nel Donbass e nelle altre regioni occupate.

La svolta potrebbe arrivare ad agosto, ha detto in un’intervista concessa a Itv. Prevedendo che la guerra terminerà “prima della fine dell’anno se continueranno ad arrivare armi e aiuti dall’Occidente.

“A partire da agosto succederà qualcosa, e dimostreremo al mondo intero che sta iniziando il cambiamento”, ha dichiarato. “Prima della fine dell’anno i combattimenti attivi si ridurranno a praticamente nulla. Ne siamo certi. Riprenderemo il controllo dei nostri territori nel prossimo futuro“.

Russia, stop all'ingresso di centinaia di americani: chi c'è nella lista nera di Putin Fonte foto: ANSA
Russia, stop all'ingresso di centinaia di americani: chi c'è nella lista nera di Putin
,,,,,,,