,,

Putin scatena l'inferno in Ucraina: scatta l'ora dell'aviazione russa, perché ci saranno effetti devastanti

Vladimir Putin scatena l'aviazione russa: si prevedono effetti devastanti in Ucraina

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

La guerra in Ucraina si sta facendo ancor più feroce. La Russia ha deciso di schierare sul campo di battaglia la sua aviazione, che finora era stata tenuta “in panchina”. Così Putin prova a piegare, nel modo più distruttivo, la resistenza di Kiev e del resto del paese invaso. Si prevede che ci saranno bombardamenti a tappeto dal cielo e migliaia di morti. A spiegare con precisione cosa sta accadendo e le possibili conseguenze è La Repubblica, che ha descritto minuziosamente in che modo avvengono gli attacchi dall’aria.

Domenica il canale tv delle forze armate Zveda ha immortalato gli aerei che decollavano verso il fronte, sottolineando che i mezzi avevano le ali piene di ordigni. Il presentatore ha spiegato che tali aerei possono sferrare un attacco ogni cinquanta minuti. Vale a dire che possono lanciare bombe a getto continuo, con effetti devastati, come quelli già visti nelle periferie di Karkhiv, di Sumy e nei sobborghi di Kiev.

Ucraina bombardata: la strategia di Putin, ora entra in scena l’aviazione

Non è la prima volta che Putin utilizza una simile strategia: l’aveva già usata in Siria. Dal 2015, in meno di tre anni, gli aerei russi hanno effettuato 121 mila raid contro i quartieri di Aleppo e degli altri centri urbani controllati dagli oppositori di Assad. Alla fine lo ‘Zar’ ha avuto la meglio, ottenendo la resa. Fu un massacro, con interi territori rasi al suolo e migliaia di persone uccise. L’orrore si potrebbe ripetere in Ucraina.

In questo momento, le squadriglie stanno agendo sulle aree più vicine al confine russo dove l’avanzata è stata bloccata dall’esercito ucraino. Tutta la zona tra Karkhiv e Sumy è stata trasformata in una trappola per le divisioni della Guardia, che registrano perdite pesanti.

Sempre La Repubblica, spiega che i difensori hanno messo al riparo i loro mezzi migliori e tirano fuori gradualmente semoventi di artiglieria e lanciarazzi. Squadre d’assalto attraversano i boschi e tormentano i convogli di camion e cisterne, impedendo i rifornimenti per le avanguardie. La replica feroce di Putin arriva dal cielo.

Ucraini, russi tirano bombe a grappolo

Come in Siria, i russi stanno usando i Sukhoi 24 Fencer e i più moderni Sukhoi 30 che sono in grado di volare a quattromila metri d’altezza, cioè fuori dalla portata dei missili terra-aria Stinger con sui si difendono i fanti ucraini. Da quella quota buttano grappoli di bombe: alcune hanno testata incendiaria, altre sono le micidiali ogive termobariche che ammazzano anche chi si nasconde nei rifugi.

Esplosione in Ucraina, nella capitale Kiev.Fonte foto: ANSA
Un’immagine di un’esplosione nei pressi di Kiev

Si rileva inoltre che il modus operandi di Putin e ben diverso da quello della Nato. In Kosovo e in Iraq, gli arerei occidentali si sono avvicinati agli obiettivi solo dopo avere messo fuori uso la rete di difesa aerea. Inoltre furono adoperate armi di precisione, con sistemi di guida satellitare o laser. Invece l’esercito dello ‘Zar’ utilizza quasi solo bombe “a caduta libera”: il 98 per cento degli ordigni fatti piovere  sulla Siria erano di questo tipo, imprecisi e distruttivi.

Centrali nucleari in Ucraina, quante sono e dove. I rischi di una nuova Chernobyl per la guerra con la Russia Fonte foto: ANSA
Centrali nucleari in Ucraina, quante sono e dove. I rischi di una nuova Chernobyl per la guerra con la Russia
,,,,,,,,