,,

Abusi su minori, prete agli arresti domiciliari in Sicilia

Un prete di Enna è stato arrestato: è accusato di aver abusato di alcuni minori mentre era in seminario, ma anche dopo la sua ordinazione

Si chiama Luigi Rugolo il prete accusato di violenza sessuale su minori, agli arresti domiciliari con l’accusa di aver abusato di alcuni minorenni. L’indagine, condotta dalla polizia di Enna e coordinata dalla Procura, è nata dalla denuncia di una delle presunte vittime, oggi maggiorenne. Aveva scritto anche a Papa Francesco. Lo rende noto l’Agi.

Abusi su minori, prete agli arresti domiciliari in Sicilia

Il ragazzo che ha denunciato il parroco aveva già segnalato le violenze ad altri sacerdoti e al vescovo della diocesi di Piazza Armerina (Enna), ‘ottenendo’ solo il trasferimento dell’accusato in un’altra parrocchia, ufficialmente per seguire un dottorato.

Dopo aver scritto anche a Papa Francesco ha deciso di rivolgersi direttamente alla polizia.

Gli abusi subiti risalirebbero al periodo tra il 2009 e il 2013, ossia da quando il ragazzo aveva appena compiuto 16 anni fino ai 20.

Le indagini, avviate lo scorso dicembre, sono state complesse. La polizia, per verificare la versione della presunta vittima, ha ascoltato decine di persone, molte delle quali non più residenti a Enna per motivi di studio o lavoro.

Ogni dettaglio raccontato dal ragazzo, però, ha trovato riscontro anche sui pc, telefoni e supporti informatici, che nei mesi scorsi erano stati sequestrati al sacerdote, per anni parroco a Enna e alla guida di un’associazione giovanile.

L’esame, affidato a un consulente della procura, ha accertato che i contenuti dei numerosi supporti di memoria confermano i fatti.

Abusi su minori, l’appello dei magistrati siciliani

Le indagini hanno portato alla luce gli abusi che avrebbero subito altri due minorenni dei quali don Rugolo era la guida spirituale.

Avrebbe commesso questi reati quando era seminarista, ma anche dopo la sua ordinazione: la Procura gli contesta l’aggravante dell’aver approfittato delle presunte vittime a lui affidate per ragioni di istruzione ed educazione alla religione cattolica.

Il Gip, accogliendo la richiesta del procuratore Massimo Palmeri e dei sostituti Stefania Leonte e Orazio Longo, ha emesso un’ordinanza agli arresti domiciliari.

Il sacerdote è attualmente agli arresti domiciliari in Sicilia.

La magistratura ha lanciato un appello, chiedendo a chiunque avesse subito abusi da lui di farsi avanti e denunciare.

VirgilioNotizie | 27-04-2021 08:30

prete-enna-arrestato Fonte foto: ANSA
,,,,,,,