,,

Piper, scattano i sigilli: risse e violenza nello storico locale di Roma, intervengono i carabinieri

Troppi episodi violenti al Piper, storica discoteca romana: scattano i sigilli, locale chiuso

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Scattano i sigilli al Piper Club, la storica discoteca di Roma in zona Parioli. I carabinieri della Capitale, nella mattinata di mercoledì 18 maggio, hanno notificato al titolare del locale un provvedimento di chiusura per quattro giorni.

Perché sono stati posti i sigilli al Piper

Negli ultimi tempi, come riferito dal Corriere della Sera, gli uomini dell’Arma hanno ravvisato cinque casi di risse e aggressioni nel locale. Da qui la decisione di procedere con una serie di accertamenti che alla fine hanno spinto i carabinieri a emettere un decreto di sospensione provvisoria dell’attività.

L’ultimo episodio violento si è verificato il 30 aprile scorso, quando un buttafuori del locale ha picchiato un ragazzo di 15 anni.

Sigilli al PiperFonte foto: ANSA

Il Piper: il declino della storica discoteca romana

Il Piper, che si trova in via Tagliamento, fu inaugurato il 17 febbraio del 1965. A fondarlo furono l’avvocato Alberigo Crocetta e altri due soci, il commerciante di automobili Giancarlo Bornigia e l’importatore di carni Alessandro Diotallevi.

In poco tempo il locale divenne un’icona di una generazione intera ed un vero e proprio fenomeno di costume. Alla serata d’esordio suonarono nel locale The Rokes e l’Equipe 84. Grazie al blasone che acquisì, negli anni successivi sul palco della discoteca si esibirono i migliori gruppi della scena musicale beat italiana nonché star estere tra cui The Primitives, Patrick Samson e Les Pheniciens e The Echoes.

A questi si aggiunsero presto artisti del calibro di Nino Ferrer, Fred Bongusto, Dik Dik, Farida, Gabriella Ferri, Rita Pavone, Roby Crispiano, Gepy & Gepy, Nancy Cuomo, Caterina Caselli e Patty Pravo. Quest’ultima divenne una vera e propria icona del locale.

Oggi il Piper è in declino e lontano dagli ‘antichi fasti’. Tanti gli episodi di violenza registratisi nel locale negli ultimi anni. Il 19 maggio 2011 un ragazzo di 18 anni è stato arrestato per aver pugnalato un suo coetaneo causandogli la lacerazione di un polmone.

Il 22 ottobre 2011 alle 4.30 della notte numerosi residenti sono stati svegliati a causa di una rissa davanti alla discoteca, sedata solamente dopo decine di minuti dall’intervento di tre gazzelle dei Carabinieri.

Nel mese di giugno 2012 è stata disposta la chiusura del Piper per 15 giorni dalla polizia amministrativa di Roma, a causa di due risse avvenute nell’arco di una settimana. Successivamente ci sono stati altri episodi violenti.

Il nuovo corso del Piper

Nel mese di marzo del 2015 il Piper è stato preso in gestione da una nuova cordata di giovani imprenditori romani che hanno ristrutturato il locale e iniziato nuove collaborazioni con i migliori dj italiani e internazionali.

Il Piper è così tornato ad essere un punto di riferimento della movida romana, chiamando sul palco i beniamini delle generazioni di oggi: Baby K, Briga, Gigi D’Agostino, Achille Lauro e tanti altri, ma anche vere icone del mondo dello spettacolo come Jerry Calà, Cristina D’Avena, i Neri per Caso, Massimo di Cataldo, Alex Britti.

TAG:

piper Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,