,,

Pillole anti-Covid in farmacia: arriva la prescrizione del medico di base per il Paxlovid e il Molnupiravir

Via libera per la prescrizione delle pillole anti-Covid da parte del medico di base: come richiederle in farmacia

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Svolta nella lotta al coronavirus. L’Agenzia italiana del farmaco ha deciso di dare il via libera alla prescrizione delle pillole antiCovid da parte del medico di famiglia: sarà possibile reperirle il Paxlovid e il Molnupiravir direttamente in farmacia, senza recarsi in ospedale. Qual è il motivo e a chi spettano.

Pillole anti-Covid, la svolta: come ottenere il Paxlovid e il Molnupiravir

Da quando è stata resa disponibile in Italia, per avere una delle due pillole disponibili – il Molnupiravir di Merck e il Paxlovid di Pfizer – occorreva la prescrizione da parte dei medici dell’ospedale, dopo la segnalazione di quello di famiglia.

La terapia andava seguita poi nel centro di riferimento: passaggi che hanno portato le pillole a essere poco utilizzate rispetto alla disponibilità.

Con l’approvazione di Aifa, però, c’è la svolta: non bisognerà più recarsi dallo specialista dell’ospedale, ma sarà lo stesso medico di base a prescrivere la pillola.

Quest’ultimo, infatti, fornirà la prescrizione dopo aver consultato uno specialista ospedaliero, così da valutare anche l’integrazione con altri farmaci, ragionando su possibili effetti collaterali.

Pillole anti-Covid in farmacia: a chi spettano

Nel frattempo, si dovrà fare in modo di rendere le pillole reperibili nelle farmacie.

In questo caso, l’acquisto sarà delegato alle varie Asl che poi metteranno a disposizione le pillole nelle farmacie, come accade già per altri prodotti farmaceutici.

Le pillole potranno essere prescritte a coloro che non necessitano di ossigenoterapia supplementare e che sono a elevato rischio di progressione della malattia severa.

Pillole anti-Covid, quanto ne sono state somministrate in Italia

Stando ai dati di Aifa, da gennaio a inizio aprile in Italia si sarebbero utilizzate poco più di 16 mila dosi di Molnupiravir e poco meno di 7 mila dosi di Paxlovid.

In tutto quindi circa 23 mila dosi su un totale di più di 650 mila dosi acquistate.

Uno dei problemi nell’utilizzo di queste due molecole utili a combattere il Covid sarebbe dato dalla difficoltà dettata dai tempi di prescrizione.

Queste pillole infatti andrebbero prese entro 5 giorni dal tampone positivo e da persone che non hanno contratto nessuna forma violenta del virus.

pillole-anti-covid Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,