,,

Pezzi di plastica nei wurstel, scatta il richiamo dai supermercati Conad: quali sono i lotti coinvolti

Una nota marca di wurstel è stata ritirata dai supermercati: all'interno di un lotto sono stati trovati dei pezzi di plastica

Pubblicato il:

Pezzi di plastica nei wurstel. Conad è stata costretta a richiamare diverse confezioni da 250 grammi dopo l’input del Ministero della Salute per “rischio fisico“. Ecco cosa fare nel caso in cui si siano acquistati i wurstel di questa marca.

Qual è il lotto con i pezzi di plastica

Il Ministero della Salute, nella sua nota informativa, ha spiegato che il lotto di wurstel ritirato è il numero 201022.

È stato prodotto in Italia, nello stabilimento di Chiusa (in provincia di Bolzano) della Grandi Salumifici Italiani S.p.A..

La data di scadenza del lotto in questione è il 20 ottobre 2022.

Cosa fare se si sono acquistati i wurstel con la plastica

Se avete acquistato questo lotto di wurstel, la raccomandazione delle autorità sanitarie è di non consumarlo.

È invece opportuno riportarlo immediatamente al punto vendita: il personale del negozio provvederà alla sostituzione o al rimborso.

wurstel plastica conadFonte foto: Ministero della Salute
La confezione di wurstel, ritirata per rischio alimentare

Il messaggio di Conad

Sul proprio sito, Conad ha pubblicato un comunicato rivolto ai consumatori.

“Informiamo i clienti del richiamo in via precauzionale dei seguenti lotti di produzione dei prodotti: ‘Wurstel puro suino 2×250 grammi Conad’ e ‘ Wurstel puro suino 250 grammi Conad'”, indicando il lotto (con scadenza 20 ottobre 2022) e il codice EAN (8003170086661).

Si tratta, come detto, di wurstel prodotti “per Conad da Grandi Salumifici Italiani S.p.a.”.

“Nei lotti – spiega Conda – è stata riscontrata una non conformità (possibile presenza di piccoli frammenti di plastica). Al fine di scongiurare qualsiasi possibile rischio per la salute, i clienti che fossero in possesso del prodotto appartenente al medesimo lotto sono invitati a riportarlo al punto di vendita Conad dove è stato acquistato, che provvederà alla sostituzione con altro prodotto o al rimborso. Ci scusiamo per il disagio arrecato”.

Circa un mese, la Fumagalli era invece finita stata richiamata dal Ministero della Salute per la possibile presenza di salmonella in uno dei suoi salami.

wurstel Fonte foto: 123RF
,,,,,,,,