,,

Petardo esplode in testa a un 28enne ad Anzio vicino Roma: ricoverato in gravi condizioni al San Camillo

Un ragazzo di 28 anni è stato colpito alla testa da un petardo fuori da un locale ad Anzio. Il giovane è ricoverato in gravi condizioni

Pubblicato il:

Un ragazzo di 28 anni è rimasto gravemente ferito dopo essere stato colpito in testa da un petardo. La vicenda si è verificata ad Anzio, comune in provincia di Roma, nella tarda serata di venerdì 29 dicembre. Stando a quanto emerso, sembra che il 28enne fosse appena uscito da una festa in un locale sul lungomare quando è stato colpito dal petardo. Adesso si trova ricoverato a Roma in gravi condizioni.

L’incidente all’uscita dal locale sul lungomare

Secondo le informazioni diffuse fino ad ora, è emerso che il petardo sarebbe stato acceso da un amico con cui il 28enne stava trascorrendo la serata ad Anzio.

I due, come anticipato, stavano partecipando a una festa organizzata all’interno di un locale sul lungomare. All’uscita, però, uno dei due avrebbe acceso un petardo che sarebbe accidentalmente esploso in testa all’amico di 28 anni.

Anzio, provincia di RomaFonte foto: Tuttocittà.it
Anzio, comune in provincia di Roma dove il 28enne è stato colpito da un petardo

Sono stati attimi di panico quelli che hanno preceduto l’arrivo dei soccorritori del 118. Il personale medico arrivato in ambulanza, infatti, ha provveduto a soccorrere il 28enne per poi trasportarlo in ospedale.

L’intervento chirurgico a Roma

Il giovane prima è stato portato prima all’ospedale ‘Riuniti‘ di Anzio e poi è stato trasferito al ‘San Camillo‘ di Roma.

È nell’ospedale della capitale che il 28enne sarebbe stato sottoposto a un intervento chirurgico dopo il quale sarebbe stato trasferito in terapia intensiva.

L’operazione sarebbe stata necessaria per intervenire sulle ferite provocate dall’esplosione. Stando a quanto si apprende, le sue condizioni sarebbero gravi e la prognosi sarebbe ancora riservata.

Identificato un amico del 28enne

Sempre secondo le prime informazioni diffuse sulla vicenda, l’amico che avrebbe lanciato il petardo – accidentalmente esploso in testa al 28enne – sarebbe stato identificato dai carabinieri.

Sono stati loro, infatti, a intervenire immediatamente il luogo dell’incidente per condurre i rilievi necessari in circostanze come questa.

Non è di certo un episodio isolato quello che si è verificato ad Anzio. In prossimità del Capodanno, infatti, le cronache nazionali certificano annualmente incidenti e persone ferite in modo grave proprio a causa dei petardi contro i quali, tuttavia, le ordinanze di divieto sembrano non risolvere il problema.

TAG:

grave-28enne-anzio-colpito-petardo Fonte foto: istockphoto
,,,,,,,,