,,

Critica il comune sui social e arriva la polizia: la vicenda

A Peschiera Borromeo, un'abitante ha lasciato un commento dai toni polemici sul profilo Facebook, scatenando una reazione imprevista

A Peschiera Borromeo, nella città metropolitana di Milano, un’abitante ha lasciato un commento dai toni polemici sul profilo Facebook dell’amministrazione comunale. Un commento come se ne leggono tanti, sui profili pubblici: “Amministrazione ridicola“, come riporta Il Corriere della Sera. L’opinione, tuttavia, ha scatenato una reazione inaspettata.

La mattina dopo, la commentatrice social si è ritrovata i vigili sotto casa. Un agente le ha comunicato al citofono: “Il comandante ha urgente bisogno di parlare con lei”. Colta dal panico, la donna si è messa in contatto col comandante che le ha rivelato: “Guardi, lei ha fatto un commento su Facebook un po’ pesante. Sarebbe meglio se scrivesse una lettera di scuse alla sindaca…”.

Peschiera Borromeo, la lettera di scuse al comune

La donna, nell’incredulità, si è annotata l’indirizzo email della sindaca e le ha scritto una lettera di scuse così come le era stato suggerito. “Le chiedo di accettare le mie scuse più sincere per quello che ho scritto e le prometto che non succederà mai più”. Il commento, nel frattempo, viene cancellato e la vicenda si conclude lì. Fino a quando la notizia non inizia a girare tramite il sito 7giorni.info, rilanciata da Giulio Carnevale di Fratelli d’Italia, sollevando un polverone.

Peschiera Borromeo, il commento della sindaca

L’episodio è stato confermato dal comandante della polizia locale Claudio Grossi, sostenendo che la propria reazione era consona a come si agisce di fronte a frasi offensive sui social. E la sindaca Caterina Molinari, eletta in una lista di centrosinistra ed ex assessore Pd, ha dichiarato: “Non ho chiesto io di intervenire, ma le direttive sono queste. Il commento era lesivo dell’onorabilità dell’amministrazione, siamo pubblici ufficiali. Avremmo potuto fare una querela, così diamo la possibilità agli autori di correggere il tiro. Gli agenti a casa? A me sembra una cosa normalissima”.

Non è tuttavia dello stesso avviso la donna al centro della vicenda, che ha dichiarato: “Sono rimasta di ghiaccio. Trovarsi la polizia locale sotto casa poche ore dopo un commento social è un’esperienza che mai mi sarei immaginata. Offese? Il Comune mostri lo screenshot, non ho niente da temere. La mia era l’espressione di un dissenso per le strade piene di buche. Le scuse immediate? Non avevo possibilità di scelta”.

VirgilioNotizie | 24-07-2019 10:20

polizia-locale Fonte foto: ANSA
,,,,,,,