,,

Pescara, ucciso per un colpo di clacson: indagato 20enne

Il ragazzo dovrà rispondere della morte del 56enne, dopo una lite in strada per motivi di viabilità.

Indagato a piede libero il 20enne di Pescara che avrebbe provocato la morte di Tiziano Paolucci, 56 anni, dopo un litigio in strada.

Per stabilire la causa scientifica della morte di Paolucci sarà determinante l’autopsia, perché dai primi accertamenti non è emerso un colpo fatale inferto direttamente al 56enne.

In base ad una prima ricostruzione, come riporta Ansa, la vittima avrebbe suonato il clacson quando la macchina guidata dal 20enne, in retromarcia, lo stava per urtare. Il ragazzo, sarebbe quindi sceso dal veicolo e ci sarebbe stata una discussione, poi si sarebbe arrivati alle mani.

In seguito al litigio, i due si sarebbero allontanati spontaneamente. Paolucci sarebbe quindi risalito in auto, per poi fermarsi dopo pochi metri, scendere dal mezzo e cadere a terra.

Il 20enne, rintracciato e interrogato ieri sera dai Carabinieri, non sapeva che l’uomo fosse morto. Le indagini sono a carico dei carabinieri della Compagnia di Pescara, coordinate dal pm Marina Tommolini.

VirgilioNotizie | 12-07-2019 11:53

Ucciso per un colpo di clacson, indagato 20enne Fonte foto: Ansa
,,,,,,,