,,

Perso segnale di Peregrine lanciato sulla Luna: doveva essere il primo lander privato a posarsi sul satellite

Si è perso il segnale di Peregrine, veicolo lanciato da Astrobotic che sarebbe dovuto essere il primo lander privato a posarsi sulla Luna

Pubblicato il:

Alle ore 21,59 di giovedì 18 gennaio si è perso il segnale di Peregrine, il veicolo lanciato l’8 dicembre dall’azienda americana Astrobotic.

L’obiettivo era che diventasse il primo lander privato a posarsi sulla Luna.

L’annuncio su Peregrine

A renderlo noto, tramite la piattaforma ‘X’ (ex ‘Twitter’) è stato Richard Stephenson, che lavora nel Canberra Deep Space Communication Complex (l’installazione australiana che fa parte della rete internazionale di radiotelescopi Deep Space Network).

La perdita del segnale appare evidente nel tracciato pubblicato sul social network da Richard Stephenson, ma al momento non c’è alcuna conferma ufficiale dell’avvenuto impatto nell’atmosfera.

Il mancato atterraggio di Peregrine sulla Luna

Il sogno di un atterraggio morbido di Peregrine sulla Luna era sfumato definitivamente circa 10 giorni fa, come dichiarato apertamente dall’azienda costruttrice Astrobotic su ‘X’.

Nella nota diffusa da Astrobotic, il 9 gennaio, si leggeva: “Peregrine è attualmente operativo da 32 ore. Nel corso della notte, il team ha affrontato un altro problema di puntamento. (…) Considerata la perdita di propellente, sfortunatamente non c’è alcuna possibilità di un atterraggio morbido sulla Luna“.

PeregrineFonte foto: ANSA

Peregrine sarebbe dovuto essere il primo lander privato a posarsi sulla Luna.

Il rientro controllato di Peregrine sulla Terra

Il segnale di Peregrine è andato perduto durante il suo rientro controllato sulla Terra. Astrobotic aveva reso noto che, in base alla traiettoria stabilita, alle 22 ora italiana il lander lunare si sarebbe dovuto distruggere in atmosfera in una zona di sicurezza sopra il Pacifico meridionale.

Più precisamente, l’impatto era previsto nei cieli del Pacifico, circa 500 chilometri a sud delle coste delle Fiji, a una velocità di oltre 40mila km/h, tale da bruciare completamente nell’atmosfera senza la possibilità che grossi detriti raggiungano la superficie terrestre.

“Il veicolo è stabile, operativo e reattivo”, avevano scritto gli esperti di Astrobotic in un aggiornamento su ‘X’. “Rimaniamo in contatto con le autorità governative per tenerle informate della posizione del veicolo e della traiettoria pianificata, che rimane immutata”.

Con il post era stata pubblicata anche un’immagine della Terra ripresa da Peregrine, dedicata a tutti coloro che hanno collaborato alla missione.

La perdita del segnale del lander Peregrine è avvenuta nell’orario che era stato previsto dalla Astrobotic,

Peregrine Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,