,,

Zingaretti vuole un nuovo Pd, la proposta

Il segretario, che ha aperto la Direzione del Pd riunita a Roma, ha detto la sua sulle modifiche dello statuto dem

“Serve un partito totalmente nuovo. Io dico dopo 12 anni basta parlare di riforma del Pd, basta aspettare, basta paure, basta conservatorismi”. Con queste parole Nicola Zingaretti, segretario del Partito Democratico, ha esordito alla Direzione del partito riunitasi oggi a Roma. All’ordine del giorno ci sono le modifiche dello statuto adottate a 12 anni dal “battesimo” dem.

Zingaretti ha sottolineato, secondo quanto riportato da Ansa, che al Pd “serve una forza politica e nazionale diversa da quella che siamo, una fase aperta per un partito diverso”. Il segretario ha poi proseguito: “Troppe volte abbiamo delegato a un capo i destini della nostra comunità”.

La riforma dello statuto, pensato per cambiare “il modo di stare nella società” del Partito Democratico, secondo Zingaretti dovrà prevedere “un congresso che possa svolgersi in 100 giorni, in cui non ci sia in ballo solo la scelta del leader”, pur lasciando la previsione di “primarie aperte”.

Altro tema toccato del governatore della regione Lazio è stata l’alleanza col Movimento Cinque Stelle che ha dato vita al secondo governo Conte. Il segretario dem ha voluto prendere le distanze dal soprannome “giallorosso” dato al nuovo esecutivo: “Sulle alleanze si è fatta confusione: nessuno venga a spiegare a me le differenze tra Pd e M5S, le consideravo talmente rilevanti da avere perplessità sull’avvio dell’esperienza di governo. Non giochiamo con le parole”.

“C’è il pericolo (con la destra, ndr) di un’involuzione pericolosa, ma non illudiamoci che si possa governare insieme solo per resistere a Salvini” ha poi concluso Zingaretti che si è augurato che non venga commesso “l’errore di fronte a differenze di ogni tipo di rimanere fermi o di esaltare le differenze nei litigi come nel governo gialloverde”.

VirgilioNotizie | 15-10-2019 15:52

zingaretti-pd Fonte foto: Ansa
,,,,,,,