,,

Pavia, auto pirata investe un ciclista: 30enne muore a causa delle ferite riportate, fermata una donna

L'incidente si è verificato lunedì 23 gennaio alle 7.30, in viale Lungoticino Resistenza a Pavia, davanti al comando della polizia locale

Pubblicato il:

Un altro ciclista morto investito da un’auto pirata. L’incidente mortale si è verificato nella mattinata di lunedì 23 gennaio a Pavia. La vittima un ciclista di 30 anni, investito da un’auto e morto in ospedale a causa delle ferite riportate.

Investito, muore in ospedale

L’uomo è stato investito da un’auto pirata mentre era in sella alla sua bicicletta, ed è morto poco dopo a causa delle gravi ferite riportate nel sinistro.

L’incidente si è verificato nella mattinata di lunedì 23 gennaio alle 7.30, in viale Lungoticino Resistenza a Pavia davanti al comando della polizia locale, secondo quanto riportato dall’agenzia Ansa.

La dinamica

La conducente della vettura, che non si è fermata a prestare soccorso, è stata poi identificata dagli agenti, anche grazie alle telecamere della zona. La donna, che si era recata al lavoro, è stata portata al comando per essere interrogata.

Come riporta Il Giorno, la dinamica dell’accaduto al momento non è del tutto chiara: dalle prime ricostruzioni, tuttavia, pare che sia la Renault Captur che il ciclista stessero procedendo su viale Resistenza nella stessa direzione di marcia, verso porta Garibaldi.

L’unico dato di fatto, per il momento, è che la bicicletta è rimasta a terra sulle strisce pedonali che attraversano lo sbocco su viale Resistenza da piazzale Europa.

I soccorsi

Purtroppo, le condizioni del ciclista 30enne investito sono subito parse gravi.

Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, con un’ambulanza e un’automedica, Il ferito è stato trasportato al pronto soccorso del San Matteo dove poco dopo è deceduto.

Sempre per quanto concerne la cronaca proveniente dalla città di Pavia, lo scorso dicembre un detenuto di 20 anni si è suicidato nel carcere di Torre del Gallo soffocandosi con un lenzuolo all’interno della sua cella.

Il 20 ottobre 2022, inoltre, un cadavere carbonizzato è stato trovato all’interno di un’area industriale dismessa durante dei lavori di bonifica. Irriconoscibile il corpo.

ambulanza1 Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,