,,

Palermo, nega la Shoah in classe: denunciato un professore

Le frasi negazioniste segnalate dagli studenti. Avviato anche un procedimento disciplinare

I lager nazisti non sono esistiti, c’erano piscine per il divertimento degli ebrei. E Primo Levi era un “cog****e”. Sono alcune delle frasi pronunciate da un docente del liceo artistico di Palermo “Eustachio Catalano”, Gino Giannetti, finito al centro di un’indagine della Digos e della Procura palermitana.

Secondo quanto riferisce La Repubblica, sono stati gli stessi studenti a segnalare le frasi negazioniste del loro professore al preside, che ha quindi presentato una denuncia alla polizia. Giannetti, insegnante di discipline plastiche, avrebbe anche invitato i suoi studenti a iscriversi al partito neofascista Forza Nuova. Oltre ad aver espresso in varie occasioni in classe le sue opinioni sul nazismo e sullo sterminio degli ebrei, il docente avrebbe anche inviato foto, video e link negazionisti a una studentessa del quinto anno, in una conversazione su Fb Messenger.

Oltre a denunciare il fatto alla polizia, il preside del liceo palermitano ha segnalato il caso all’ufficio scolastico regionale, che ha già avviato un procedimento disciplinare nei confronti del docente. Giannetti è stato escluso dalle commissioni per la maturità. In Italia il negazionismo è reato da tre anni: sono previste pene da 2 a 6 anni di carcere.

VirgilioNotizie | 29-06-2019 13:22

prof Fonte foto: Facebook
,,,,,,,