,,

Opposizioni contro La Russa: "Vuole ridurre i poteri del Presidente della Repubblica, si dimetta"

La Russa commenta la riforma costituzionale e i poteri del Presidente della Repubblica, critiche le opposizioni

Pubblicato il:

Il presidente del Senato si sbilancia sul premierato. Ignazio La Russa, durante il tradizionale incontro con la stampa di fine anno, delinea la riforma per limitare i poteri “non originariamente previsti” del Presidente della Repubblica. Opposizioni all’attacco.

Cosa ha detto La Russa sul Presidente della Repubblica

Il presidente del Senato Ignazio La Russa ha parlato all’incontro con la stampa di fine anno, della riforma costituzionale che il governo ha avviato per l’elezione diretta del presidente del Consiglio, il cosiddetto premierato.

In particolare, La Russa ha parlato dei poteri del Presidente della Repubblica: “I poteri costituzionali del Presidente della Repubblica non verranno intaccati. Ma c’è una Costituzione materiale ormai che gli attribuisce poteri più grandi di quelli che originariamente la Costituzione prevedeva” ha affermato la seconda carica dello Stato.

Presidente della Repubblica La RussaFonte foto: ANSA
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Russa ha poi continuato: “Un’elezione diretta del presidente del Consiglio potrebbe ridimensionare l’utilizzo costante di questi ulteriori poteri, ridimensionarli non eliminarli”.

Cos’è una “costituzione materiale” e che ruolo ha il Presidente della Repubblica

Il presidente del Senato La Russa ha citato, nel suo intervento sul premierato, la costituzione materiale. Questo termine indica tutte le prassi non scritte che una classe politica segue nel governo di uno Stato.

La Russa sostiene che negli ultimi anni il Presidente della Repubblica abbia accumulato poteri non scritti nella costituzione, che una riforma come il premierato dovrebbe ridimensionare.

Un’altra concezione dei poteri del Presidente della Repubblica italiano è quella del “potere a fisarmonica“, espressa dall’ex giudice costituzionale Giuliano Amato. Secondo questa idea, il Quirinale espande il proprio ruolo politico in momenti di crisi, per poi ridimensionarsi durante quelli di stabilità.

La risposta delle opposizioni

Le opposizioni hanno commentato duramente le parole del presidente del Senato: “Il vero obiettivo della riforma del premierato: ridurre gli attuali poteri del Presidente della Repubblica, nonostante la maggioranza degli italiani abbia sempre dimostrato di avere piena fiducia nell’ operato del Quirinale” ha detto Federico Fornaro, deputato del PD.

Il deputato di Alleanza verdi e sinistra, Angelo Bonelli ha commentato: “La Russa di fatto ha detto che il presidente della Repubblica agisce al di fuori della Costituzione. Un attacco così diretto al capo dello stato non può che richiedere dimissioni immediate”.

la-russa Fonte foto: ANSA

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,