,,

Operaio schiacciato in Fincantieri a Monfalcone, ponteggio crollato: colleghi in sciopero lasciano il cantiere

Un operaio è rimasto schiacciato da un ponteggio all'interno di un cantiere navale della Fincantieri, a Monfalcone: in sciopero alcuni colleghi

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Incidente sul lavoro a Monfalcone (Gorizia), dove all’interno di un cantiere navale della Fincantieri un operaio è rimasto schiacciato da un ponteggio. L’uomo è stato trasportato in ospedale, mentre alcuni colleghi hanno proclamato uno sciopero e hanno lasciato il cantiere.

L’operaio schiacciato dal ponteggio a Monfalcone

Intorno alle 8:30 della mattinata di oggi – venerdì 19 gennaio – un operaio di 23 anni, di origini bengalesi, è rimasto schiacciato da un ponteggio all’interno dei cantieri navali di Fincantieri a Monfalcone, comune della provincia di Gorizia, in Friuli-Venezia Giulia.

Secondo le prime informazioni fin qui giunte, il ponteggio crollato ha investito diversi operai, uno dei quali gravemente ferito dopo essere rimasto intrappolato tra le lamiere.

Operaio schiacciato in Fincantieri a Monfalcone, ponteggio crollato: colleghi in sciopero lasciano il cantiereFonte foto: Tuttocittà.it
L’area di Monfalcone nella quale si trovano i cantieri navali di Fincantieri, dove un operaio è stato schiacciato dal crollo di un ponteggio

Sembra che il giovane si trovasse sulla passerella dell’ascensore del ponte 16, che si è sganciata dalla nave probabilmente a causa del forte vento di bora che ha soffiato nel golfo di Trieste la notte scorsa. Immediato l’intervento dei soccorsi.

L’arrivo dei soccorsi

Sul luogo dell’incidente sono accorsi i vigili del fuoco di Trieste, intervenuti con la squadra di sommozzatori, l’ASU GI (Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina), gli operatori sanitari del Sores Fvg 118 (intervenuti con ambulanza proveniente da Monfalcone e automedica giunta da Gradisca d’Isonzo), e la Polizia di Stato.

Con l’ausilio di un’autogru i vigili del fuoco sono riusciti a liberare l’operaio, che è stato poi affidato alle cure del personale medico. L’uomo ha subito un trauma cranico e toracico, ed è stato traportato in codice rosso all’ospedale di Cattinara, a Trieste, dov’è ora ricoverato in prognosi riservata.

Nel frattempo la squadra di sommozzatori è impegnata in una serie di immersioni nelle acque del cantiere, così da poter escludere la presenza di altre persone coinvolte nell’incidente. Sul posto sono presenti anche gli agli ispettori dell’Azienda sanitaria locale.

Lo sciopero degli operai

Come disposto dalla magistratura, l’area nella quale si è verificato l’incidente è stata sottoposta a sequestro. In corso i rilievi necessari alle indagini da parte della Polizia di Stato, mentre vengono effettuate anche le operazioni di messa in sicurezza nel cantiere.

Intanto i colleghi dell’operaio rimasto ferito nei cantieri navali di Monfalcone della Fincantieri, che stando a quanto riportato da Il Goriziano dovrebbe essere dipendente di un’azienda in appalto, hanno proclamato uno sciopero immediato, indetto dai sindacati Fim-Cisl, Fiom Cgil e Uilm M.

Lo sciopero, “a fronte del grave incidente avvenuto in Riva D”, durerà tutta la giornata. Alcuni dipendenti hanno già cominciato l’astensione dal lavoro e hanno lasciato il cantiere.

operaio-fincantieri-monfalcone Fonte foto: Vigili del Fuoco

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,