,,

Omofobia, la provocazione di Salvini: "Ora legge sull'eterofobia"

Il leader della Lega Matteo Salvini ha lanciato una provocazione sul ddl Zan sull'omofobia. E le reazioni polemiche non sono tardate ad arrivare

Dopo gli attacchi a De Micheli e Azzolina, Matteo Salvini è il protagonista di una nuova polemica politica. Rispondendo in conferenza stampa a una domanda sul ddl Zan sull’omofobia, il leader della Lega, come riporta ‘Adnkronos’, ha detto: “Non c’è un pestaggio più grave rispetto a un altro. A questo punto presentiamo un bel disegno di legge contro l’eterofobia, perché non c’è differenza se vengo preso a schiaffi io o un altro”.

Secondo Salvini, questa legge “è un modo comodo per lavarsi la coscienza, ma è una norma pericolosa per tutti, omosessuali e eterosessuali”.

L’ex ministro dell’Interno ha aggiunto: “L’Italia non discrimina, ci sono già tutte le sanzioni possibili e immaginabili, si rischia invece di sconfinare nell’ideologia, un rischio troppo elevato”.

Ancora Salvini: “Se viene colpito, picchiato, discriminato un omosessuale o un eterosessuale la via, per quanto mi riguarda, è la galera”.

Omofobia, le reazioni alla provocazione di Salvini

Dopo le dichiarazioni del leader della Lega, l’hashtag #eterofobia è balzato ai primi posti delle Tendenze di Twitter, attirando i commenti polemici di diversi utenti.

Critiche anche dal Movimento 5 Stelle. Mario Perantoni, deputato M5S e firmatario di una delle 5 proposte di legge sull’omotransfobia, ha detto in alcune dichiarazioni riportate da ‘Ansa’: “Attenzione, così si rischia di mortificare un tema sociale importantissimo, quello dell’odio suscitato dalle discriminazioni di genere, oltre che l’impegno legislativo che per la prima volta darà al Paese una legge attesa. Legge pericolosa? Ma stiamo scherzando?! Salvini lo vada a dire al ragazzo di Pescara selvaggiamente picchiato qualche giorno fa o alle tante vittime di questo orrendo reato”.

Perantoni ha anche detto: “Forse il leader leghista non ha argomenti, se butta lì la provocazione di una legge contro l’eterofobia. Il testo depositato in commissione non colpisce le opinioni, ma l’odio e la manifestazione di violenza che possono nascere da pregiudizi legati alle scelte sessuali delle persone. Oppure Salvini non vuole che ciascuno sia libero di scegliere la propria appartenenza ad un genere sessuale?”.

VirgilioNotizie | 02-07-2020 08:18

Dalla mascherina tricolore alla visiera: i look dei politici Fonte foto: Ansa
Dalla mascherina tricolore alla visiera: i look dei politici
,,,,,,,