,,

Voghera, interrogatorio di Adriatici: la sua versione sullo sparo

La versione fornita dall'assessore di Voghera davanti al giudice che dovrà decidere sugli arresti domiciliari

“Non ho un ricordo preciso, non so come sia partito il colpo“. Si sarebbe difeso così davanti al giudice, secondo quanto riporta Repubblica, Massimo Adriatici, l’assessore alla Sicurezza di Voghera che martedì sera ha ucciso in piazza con un colpo di pistola il 39enne Yous El Boussettaoui.

Il politico leghista ed ex poliziotto, accusato di eccesso colposo di legittima difesa, è stato interrogato per circa due ore davanti al gip di Pavia Maria Cristina Lapi per la convalida dell’arresto. La giudice deciderà probabilmente sabato mattina sulla richiesta della Procura di confermare gli arresti domiciliari.

Nel corso dell’interrogatorio Adriatici avrebbe quindi fornito una versione leggermente diversa a quella resa ai carabinieri subito dopo l’arresto: in quella occasione aveva detto che il colpo che ha ucciso il 39enne marocchino era partito quando lui era caduto a terra.

Una versione che sembra non corrispondere alle immagini del video della telecamera di sorveglianza della piazza.

I legali di Adriatici, gli avvocati Colette Cazzaniga e Gabriele Pipicelli, hanno dichiarato all’Ansa che “il nostro assistito è stato vittima di una violenza inattesa che l’ha fatto cadere a terra procurandogli uno stato di confusione. È affranto e distrutto. Riteniamo che siano insussistenti le ragioni di una custodia cautelare”.

Secondo i due legali, riporta l’AdnKronos, è “una leggenda metropolitana” quella dell’assessore-sceriffo, che girava armato per portare giustizia nel comune. “Adriatici – hanno dichiarato – martedì come tutte le sere stava facendo una passeggiata”, parlando al cellulare con un amico, quando “ha notato El Boussetaoui tenere condotte violente, molestare una ragazza all’interno del bar, gettare uno sgabello e lanciare una bottiglia”.

In quel momento che Adriatici avrebbe chiuso la chiamata e composto prima il 113 e poi direttamente il numero della Questura.

“L’operatore di polizia – ha continuato il legale Pipicelli – sente che il telefonino a un certo punto vola via e cade a terra”. Non chiara la dinamica del colpo partito dall’arma da fuoco, fatale per il marocchino 39enne.

“Un colpo non parte da solo dalla pistola. Io la dinamica – se qualcuno gli ha messo la mano sopra o l’ha spinto – non la so e non ha saputo rispondere nemmeno Adriatici”, ha aggiunto Pipicelli.

Omicidio di Voghera, le indagini

Intanto la Procura di Pavia ha incaricato un ingegnere informatico di migliorare la qualità del video del sistema di videosorveglianza che riprende la colluttazione tra l’assessore e Youns El Boussettaoui. Da una prima analisi sarebbero già emersi elementi utili per ricostruire l’accaduto.

Inoltre nei prossimi giorni arriveranno i risultati degli esami tossicologici effettuati sia su Adriatici che sul corpo della vittima.

VirgilioNotizie | 23-07-2021 19:23

Chi è Massimo Adriatici, l'assessore leghista di Voghera Fonte foto: ANSA
Chi è Massimo Adriatici, l'assessore leghista di Voghera
,,,,,,,