,,

Omicidio Sacchi, testimoni e tabulati telefonici: nuovi sviluppi

Si continua ad indagare sulla morte di Luca Sacchi, ucciso da un colpo di pistola lo scorso 23 ottobre

Una decina di persone in totale saranno ascoltate nei prossimi giorni dagli inquirenti che stanno indagando sull’omicidio di Luca Sacchi, ucciso da un colpo di pistola alla testa il 23 ottobre all’esterno di un pub nel quartiere Appio Latino di Roma.

Stando a quanto riportato da ‘Ansa’, le persone che verranno ascoltate sono quelle presenti sulla scena del delitto, già sentite nelle ore successive al fatto. Tra di loro c’è anche la fidanzata di Luca Sacchi, Anastasia.

Intanto, è attesa a breve una prima relazione sui tabulati telefonici di almeno 5 utenze, che ha l’obiettivo di ricostruire i contatti intercorsi tra i vari pusher nelle ore immediatamente precedenti allo sparo che è costato la vita a Luca Sacchi.

La madre di Valerio Del Grosso, uno dei due ragazzi condotti in carcere in seguito all’omicidio di Luca Sacchi (l’altro è Paolo Pirino), ha chiesto perdono alla famiglia di Luca Sacchi.

Queste le sue parole pronunciate nei giorni scorsi a ‘Radio 1’: “Sono distrutta dal dolore sapendo che una mamma e un papà, un’intera famiglia, sta piangendo la morte di un figlio. Ancora non posso credere che Valerio abbia potuto fare un gesto simile. È giusto che adesso paghi e si assuma le sue responsabilità e so che lo farà”.

E poi: “Oggi c’è solo la vergogna e il dolore per una tragedia che non avrei mai potuto immaginare e per la quale a nome della mia famiglia posso solo chiedere scusa“.

La famiglia di Luca Sacchi aveva risposto in alcune dichiarazioni riportate da ‘Ansa’: “Ringraziamo la madre di Valerio e prendiamo atto delle sue parole. Non ce la sentiamo di aggiungere altro, perché la vicenda non è ancora chiara”.

VIRGILIO NOTIZIE | 04-11-2019 14:06

Omicidio Luca Sacchi, arrestati due ventenni Fonte foto: Ansa
Omicidio Luca Sacchi, arrestati due ventenni
,,,,,,,