,,

Omicidio Gigi Bici, svolta nelle indagini: arrestata la donna che trovò il cadavere del commerciante

Svolta nelle indagini sulla morte di Luigi Criscuolo, conosciuto a Pavia come Gigi Bici: arrestata la donna che aveva scoperto il cadavere

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Svolta nelle indagini sulla morte di Luigi Criscuolo, il 60enne noto con il nomignolo “Gigi Bici” dal nome del negozio di biciclette che gestiva a Pavia. Gli agenti della Squadra mobile pavese hanno arrestato una donna di 44, Barbara Pasetti, con l’accusa di tentata estorsione. L’arresto è scattato dopo la perquisizione della villa della donna, davanti al quale era stato rinvenuto il corpo del commerciante.

Omicidio Gigi Bici, arrestata la donna che trovò il cadavere

La donna, fisioterapista, è la mamma del bambino di 8 anni che lo scorso 20 dicembre aveva scoperto il corpo dell’uomo nascosto dalle foglie mentre giocava davanti a casa a Calignano, frazione di Cura Carpignano (Pavia).

L’arresto è arrivato al termine di una giornata di indagini serrate. All’alba la polizia ha perquisito la villa della 44enne, un ex convento francescano, e ha effettuato una serie di controlli nel luogo del rinvenimento del cadavere, alla ricerca di elementi utili alle indagini.

Pasetti, che ha sempre negato di conoscere Criscuolo, è stata poi accompagnata in Questura insieme all’ex marito per essere ascoltata dagli investigatori. Poi la donna è finita in manette.

Omicidio Gigi Bici, perquisita la villa

L’operazione della polizia è iniziata alle prime luci dell’alba di oggi, 20 gennaio 2022, quando gli agenti si sono presentati alla villa della 44enne davanti alla quale era stato rinvenuto il corpo di Gigi Bici per effettuare una perquisizione.

Omicidio Gigi Bici, svolta nelle indagini: arrestata la donna che trovò il cadavere del commerciante
La polizia nei pressi della villa davanti al quale è stato trovato il corpo di Gigi Bici

In azione sul posto i poliziotti della squadra mobile, il personale della polizia scientifica e l’unità cinofila con i cani molecolari. Presenti anche alcuni consulenti botanici che hanno analizzato il terreno dove è stato lasciato il corpo di Criscuolo, transennato dal giorno del ritrovamento.

Omicidio Gigi Bici, le indagini e i nodi da sciogliere

Luigi Criscuolo, conosciuto da tutti a Pavia come “Gigi bici”, era scomparso da casa la mattina di lunedì 8 novembre. Si era allontanato dalla sua abitazione senza far sapere a nessuno dove si stesse recando.

La sua auto, una Polo Volkswagen bianca, era poi stata rintracciata in un bosco di Calignano, con un vetro anteriore frantumato e una macchia di sangue. Il 20 dicembre il corpo era stato poi scoperto sotto un mucchio di foglie da un bambino che giocava davanti a casa, a Calignano.

La zona era già stata oggetto di minuziosa attenzione durante le ricerche, facendo pensare che il corpo di Criscuolo sia stato abbandonato in quel posto pochi giorni prima.

Barbara Pasetti aveva sempre negato di conoscere Criscuolo e ai microfoni di “La vita in diretta” aveva raccontato di aver visto in zona un “energumeno, una persona enorme” che non aveva mai visto a Calignano.

Resta poi da far luce sull’attendibilità della lettera anonima trovata da Pasetti nella proprio cassetta postale, insieme alla foto del cadavere della vittima. La missiva conteneva una richiesta di denaro rivolta ai familiari dell’uomo.

Omicidio Gigi Bici Fonte foto: ANSA
,,,,,,,