,,

Omicidio in Florida, Alexa l'unica testimone

La polizia ha chiesto le registrazioni dello smart speaker per risolvere un caso di presunto omicidio

Alexa, l’assistente vocale di Amazon, potrebbe essere chiamata in tribunale a ‘testimoniare’ in un processo per omicidio negli Stati Uniti. Secondo quanto riporta l’Ansa, due smart speaker Echo potrebbero infatti aver catturato informazioni cruciali sulla morte di Silvia Galva, 32enne deceduta in circostanze poco chiare lo scorso 12 luglio ad Hallandale Beach, in Florida.

Galva è morta in casa, trafitta da un appuntito montante del letto a forma di lancia. Il fatto sarebbe avvenuto durante una lite con il fidanzato Adam Reechard Crespo, 43 anni. L’uomo, accusato di omicidio, si dice innocente e descrive la morte della compagna come un incidente.

La sua versione dei fatti però non convince la polizia della contea di Broward, che ha richiesto e ottenuto le registrazioni di Alexa e le stanno ora passando al vaglio. Il legale di Crespo non si è opposto all’uso in tribunale delle registrazioni perchè si è detto convinto che dimostreranno l’innocenza del suo assistito.

Secondo la versione dei fatti riferita da Crespo alla polizia, durante il litigio l’uomo avrebbe trascinato la donna giù dal letto prendendola per le caviglie. Entrambi erano ubriachi.

L’uomo si è poi allontanato ma ha sentito uno strano rumore e quando si è girato ha visto Galva trafitta dalla lancia al petto. Crespo, secondo la sua ricostruzione, a quel punto è intervenuto e ha rimosso la lancia augurandosi di poter evitare il peggio. Una ricostruzione che non convince la polizia, che ora chiede aiuto ad Alexa.

VIRGILIO NOTIZIE | 06-11-2019 22:43

florida Fonte foto: Facebook
,,,,,,,