,,

Olimpiadi, chi è Massimo Stano: oro azzurro nella 20 km di marcia

Il 29enne pugliese ha conquistato una storica medaglia d'oro nella marcia, dedicata alla figlia Sophie

Terzo oro storico nell’atletica leggera, dopo Tamberi e Jacobs anche Massimo Stano riesce in un’impresa leggendaria ai Giochi di Tokyo 2020. Il 29enne pugliese ha vinto la medaglia più preziosa nella 20 chilometri di marcia alla sua prima Olimpiade, sul traguardo ha messo il pollice in bocca imitando il gesto dei bebè per dedicare la vittoria a sua figlia Sophie appena nata.

“Sono veramente contento ma incredulo, spero non sia un sogno, devo ancora realizzare, non voglio andare a dormire per non svegliarmi, come ha detto Tamberi“, ha detto la medaglia d’oro italiana, intervistato a fine premiazione.

Stano ha parlato di una “una gara veramente dura, caldo, umido come piace a me. Ho sperato che piovesse e che uscisse il sole per alzare l’umidità perché so che in queste condizioni io soffro meno degli altri. Negli ultimi due mesi mi ripetevo sono il più forte del mondo… e anche in gara ho lavorato molto mentalmente. Io sono il più forte mi ripetevo in testa e così è andata“.

L’atleta azzurro ha inoltre ricordato la periostite alla tibia che poteva compromettere la partecipazione la sua alle Olimpiadi raccontando che “un mese e mezzo fa con l’infiammazione al bicipite abbiamo dovuto frenare un po’ gli allenamenti e per compensare ciò che non ho guadagnato con il lavoro, ho dovuto farlo a livello mentale. Questa strategia mi ha dato fiducia, me lo sentivo e le medaglie di Jacobs e Tamberi mi hanno dato una spinta in più e il ringraziamento è anche per loro”.

Come ricorda Adnkronos, il suo trionfo arriva a 13 anni dalla vittoria di Alex Schwazer nella 50 km di Pechino 2008 e ricalca le gesta olimpiche nella stessa gara dei predecessori Maurizio Damilano a Mosca 1980 e Ivano Brugnetti ad Atene 2004.

Nato a Palo del Colle, in provincia di Bari, Stano corre per le Fiamme d’oro. Si è diplomato come programmatore informatico e si avvicina all’atletica a Molfetta cominciando prima col mezzofondo per poi passare nel 2006 alla marcia sotto la guida di Giovanni Zaccheo.

Successivamente il trasferimento a Sesto San Giovanni, in provincia di Milano, prima di stabilirsi con la famiglia a Ostia dove si allena nel gruppo di Patrizio Parcesepe a Castel Porziano.

Nel 2016 ha sposato Fatima Lotfi, ex mezzofondista di origine marocchine e cresciuta a Varese, poi passata alla marcia come lui, grazie alla quale ha abbracciato la fede musulmana e con la quale ha avuto la figlia Sophie di 5 mesi. Nella scheda della federazione si legge che Massimo Stano è appassionato di cultura giapponese, da oggi ancora di più.

VirgilioNotizie | 05-08-2021 12:56

massimo-stano Fonte foto: ANSA
,,,,,,,