,,

Nonno spara al nipote: "Sono inciampato ed il colpo è partito"

Il nonno che ha colpito involontariamente il nipote è stato sentito per ore dagli agenti. Ascoltato anche il padre del bambino

Terribile dramma a Roma, dove un uomo di 76 anni (G.T., ex cancelliere in pensione), nelle scorse ore, in via Val Sillaro (a pochi metri dal parco delle Valli), ha colpito con un’arma da fuoco e con ogni probabilità involontariamente il nipote di soli 6 anni mentre maneggiava una pistola Glock calibro 9, regolarmente registrata. Come riporta Il Messaggero, G.T. è stato interrogato per ore dagli agenti di polizia del commissariato Fidene Serpentara e al magistrato di turno ha ricordato quegli attimi tragici. “È stata una disgrazia, stavo pulendo la mia pistola quando sono inciampato ed è partito il colpo”, ha confessato con le lacrime agli occhi, sconvolto.

Il fatto si è consumato ieri mattina, intorno alle 11. Quando il pensionato ha visto il corpo del nipote per terra non ha subito capito cosa fosse successo. Chi invece ha compreso la gravità dell’episodio è stato il figlio che uscendo dal bagno, dopo aver sentito lo sparo, ha gridato.

Il piccolo è stato raggiunto dal proiettile alla testa, finendo sul pavimento privo di sensi. Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi e la polizia. Il bimbo è giunto al pronto soccorso dell’Umberto I alle 11.22 ed è subito stato operato dall’equipe di Neurochirurgia. Nel pomeriggio la direzione sanitaria dell’ospedale ha reso noto che il piccolo dopo l’operazione è stato ricoverato nella terapia intensiva del reparto di Pediatria in stato di morte cerebrale.

Nel frattempo proseguono le indagini per fare totale chiarezza sulla dinamica dell’episodio funesto. Sia il nonno sia il papà del bambino, fa sapere sempre Il Messaggero, sono stati sottoposti allo stub, l’esame necessario a stabilire quale mano abbia davvero impugnato l’arma e sparato.

Il padre del bambino ha narrato di non aver visto niente e di “essere uscito dal bagno non appena sentito lo sparo”, vedendo il corpo del figlio “in terra” e il padre “con la pistola in mano”.

Sentiti dagli agenti anche alcuni condomini presenti nel palazzo al momento del dramma. In pochi hanno udito lo sparo e nessuno, almeno fino ad ora, ha detto di aver sentito grida.

L’anziano 76enne detiene da anni un porto d’armi per sport e caccia e la polizia ha rinvenuto nella sua abitazione tre pistole regolarmente registrate. Da quanto appreso l’uomo risulta quindi esperto nel maneggiare e usare le armi.

VIRGILIO NOTIZIE | 14-08-2020 10:05

nonno-colpisce-nipote Fonte foto: ANSA
,,,,,,,