,,

Negava la strage di Sandy Hook: Alex Jones dovrà pagare 4 milioni di dollari per diffamazione

Alex Jones è stato condannato a pagare un risarcimento di 4 milioni di dollari ai familiari di una delle vittime della strage di Sandy Hook

Pubblicato il:

Per anni aveva sostenuto la bufala secondo cui la strage nella scuola elementare di Sandy Hook, in Connecticut, fosse stata una messinscena. Ora il più grande complottista statunitense, Alex Jones, è stato condannato a pagare 4,1 milioni di dollari di risarcimento per diffamazione alla famiglia di uno dei bambini uccisi.

Il processo per diffamazione a carico di Alex Jones

Nella giornata di mercoledì 3 agosto è terminata ad Austin, in Texas, la prima fase del processo per diffamazione in cui è imputato Alex Jones, conduttore radiofonico di estrema destra e fondatore del sito InfoWars, tra i più noti e seguiti complottisti e cospirazionisti statunitensi.

La causa è stata intentata dalla famiglia di Jesse Heslin, bambino di 6 anni tra le vittime del massacro di Sandy Hook. L’accusa aveva chiesto un risarcimento di 150 milioni di dollari.

Potrebbe non trattarsi dell’unica condanna di risarcimento per Alex Jones, dato che un giudice del Connecticut ha già ammesso un analogo ricorso contro di lui.

Alex Jones negava la strage di Sandy Hook

Per anni Alex Jones nelle sue trasmissioni ha bollato il massacro nella scuola elementare di Sandy Hook come una “bufala” architettata dal governo.

Negava la strage di Sandy Hook: Alex Jones dovrà pagare 4 milioni di dollari per diffamazione
 Alex Jones tra i sostenitori di Donald Trump

Una messinscena, Jones affermava che le vittime del massacro compiuto da Adam Lanza il 14 dicembre 2012 alla scuola elementare Sandy Hook di Newtown, in Connecticut, fossero degli “attori”.

In aula però, davanti ai familiari delle vittime, Jones ( l’unico a testimoniare per la difesa) ha ammesso di essere consapevole e che la “strage era vera al 100%”.

Le teorie complottiste di Alex Jones

Storico esponente dell’estrema destra americana e sostenitore dell’ex presidente Donald Trump, 48 anni, Alex Jones ha costruito un impero economico sulla diffusione di fake news, arricchendosi con i suoi programmi, libri, merchandising e podcast.

La bufala sulla “messinscena” della strage di Sandy Hook è solo una delle tante teorie cospirazioniste diffuse in questi anni nelle sue trasmissioni. Jones nega che l’umanità sia mai arrivata sulla Luna.

E ha definito operazioni “false flag”, cioè organizzate dal governo americano, gli attentati dell’11 settembre 2001 a New York e l’attentato di Oklahoma City nel 1995. Ha sostenuto la teoria del del Deep State impegnato nella creazione di un “nuovo ordine mondiale”.

Negli ultimi anni ha contribuito a diffondere la bufala del Pizzagate – salvo poi ammettere di essersi sbagliato – e quelle relative ai vaccini anti Covid.

Jones Fonte foto: ANSA
,,,,,,,