,,

Napoli: tempi di attesa troppo lunghi in ospedale, donna prende a calci l’infermiera

L’episodio si è verificato ieri sera all'ospedale Santobono di Napoli. Sette giorni di prognosi per la vittima, scattata la denuncia per la 35enne

Pubblicato il:

Ancora un’aggressione in ospedale verso i membri del personale sanitario. Stavolta è accaduto a Napoli, presso l’Azienda Ospedaliera “Santobono Pausilipon”.

Una donna di trentacinque anni, stanca della lunga attesa al triage per far visitare la figlia, ha aggredito una delle infermiere, che ha poi sporto denuncia.

L’aggressione al triage

Il fatto è accaduto nella serata di ieri, 21 dicembre, presso il Pronto Soccorso dell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli.

Napoli: tempi di attesa troppo lunghi in ospedale, donna prende a calci l’infermieraFonte foto: ANSA
L’ingresso del Pronto Soccorso dell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli

Secondo le prime ricostruzioni una donna di 35 anni, in attesa di far visitare la figlia, affetta da una bronchite asmatica e apparentemente in buone condizioni cliniche, a causa del prolungarsi dei tempi di accesso alle visite ha dato in escandescenza.

La furia della donna si è trasformata in un’aggressione dapprima verbale e poi fisica nei confronti di una delle infermiere presenti, colpita da dei calci sferrati dalla donna.

La prognosi e la denuncia

L’infermiera, come riportato sulla propria pagina facebook dall’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”, è stata successivamente “medicata e refertata per un trauma contusivo all’arto inf sx con prognosi di 7 giorni”.

Come specificato dall’associazione nel post, l’aggreditrice “pretendeva di bypassare il Triage ed entrare subito a visita. Mentre l’infermiera triagista le spiegava che non si poteva derogare dalla registrazione e dall’acquisizione dei parametri vitali la donna, inveendo e minacciando l’infermiera, si è intrufolata nel box visita che, in quel momento, era occupato da un altro paziente”.

Qui la donna ha raggiunto l’infermiera, che con calma le ha nuovamente spiegato di dover completare prima tutte le procedure in essere.

Una spiegazione insufficiente per la 35enne, che si è scagliata contro l’infermiera “aggredendola fisicamente con calci. Solo l’intervento del personale di vigilanza ha evitato che l’infermiera subisse traumi maggiori”.

La denuncia dell’infermiera

In poco tempo sono giunti sul posto i carabinieri della pattuglia mobile del Vomero, allertate dal personale del nosocomio.

Gli agenti hanno identificato la 35enne e condotto in caserma l’infermiera, che ha voluto sporgere querela di parte.

Secondo “Nessuno tocchi Ippocrate”, associazione impegnata da anni nella lotta contro le aggressioni al personale sanitario, quella di ieri sarebbe la sessantaseiesima aggressione avvenuta da inizio anno, e non è la prima che si verifica al Santobono di Napoli.

 

santobono Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,