,,

Napoli, nuovi scontri: bombe carta e bottiglie contro agenti

Nuovi disordini a Napoli dopo i violenti scontri di venerdì sera: torna alta la tensione in città

Torna alta la tensione a Napoli, dopo gli episodi violenti di venerdì sera nella prima notte di coprifuoco in città: come riporta ‘Il Mattino’, si sono registrati alcuni incidenti in piazza Amedeo, dove un gruppo di manifestanti dei Centri sociali, rinforzati dai Cobas, dai Carc e da un Gruppo di “Antifa” tedeschi, disperso dalla Polizia in piazza dei Martiri dopo l’esplosione di tre bombe carta e il lancio di bottiglie contro gli agenti, si è diretto verso la sede della Regione, a Santa Lucia. Qua sono entrati in azione anche i Carabinieri per bloccarli.

Disordini anche in piazza dei Martiri, davanti a Palazzo Partanna, per una protesta dei disoccupati.

I manifestanti avrebbero voluto mettersi in marcia verso piazza del Plebiscito, ma le forze dell’ordine hanno formato un cordone per bloccare l’accesso in via Chiaia.

I disoccupati hanno cercato di forzarlo e c’è stata una carica di alleggerimento. Al momento si sono posizionati in via Carlo Poerio.

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha definito “spettacolo indegno” gli episodi violenti di venerdì sera a Napoli.

Secondo quanto riportato da ‘Ansa’, nel corso della riunione tra governo e regioni De Luca ha lanciato l’ipotesi di rendere “zona rossa” tutta l’area metropolitana di Napoli.

VIRGILIO NOTIZIE | 24-10-2020 19:11

Napoli nel caos, proteste per il coprifuoco. Momenti di tensione Fonte foto: Ansa
Napoli nel caos, proteste per il coprifuoco. Momenti di tensione
,,,,,,,