,,

Covid, neonata morta in casa dopo il parto: indagini per omicidio

L'ambulanza sarebbe arrivata dopo mezz'ora dalla chiamata, un tempo che la famiglia della donna che ha partorito, positiva a Covid, ritiene eccessivo

È stata avviata un’indagine dalla Procura di Napoli per la morte di una neonata nata da una madre positiva a Covid. Il fascicolo, per il reato di omicidio colposo, è stato aperto contro ignoti. La vicenda riguarda una donna del Borgo di Sant’Antonio, che ha partorito a casa la figlioletta, nata prematura dopo solo 6 mesi di gravidanza. Ne dà notizia l’Ansa.

Il marito ha presentato una denuncia al commissariato Arenella di Napoli, dichiarando che l’ambulanza del 118 sarebbe giunta con un grave ritardo, circa mezz’ora dopo la chiamata, senza le opportune attrezzature. L’uomo ritiene che la figlia avrebbe potuto essere salvata, magari con un’ambulanza medica con una incubatrice all’interno.

Sul caso ci sono i magistrati della sezione Lavoro e colpe professionali, coordinati dal procuratore aggiunto Simona Di Monte. I giudici hanno disposto l’immediato sequestro della salma della nenonata. Nei prossimi giorni è prevista l’autopsia sul corpo della piccola.

Giuseppe Galano, direttore del 118, ha dichiarato all’Ansa: “Capisco che a un papà sconvolto dal dolore mezz’ora di attesa sembri un tempo infinito. Ma bisogna considerare innanzitutto che passano circa sei o sette minuti per consentire agli operatori di vestirsi in maniera adeguata prima di entrare in contatto con una persona positiva al coronavirus”.

“Ogni ambulanza è dotata del necessario per ogni genere di intervento, parto incluso“, ha chiarito ulteriormente Giuseppe Galano.

In tutta Italia, dall’aumento di contagi e ricoveri della seconda ondata di Covid, sono state registrate testimonianze di ritardi nell’arrivo delle ambulanze e dei soccorsi.

VirgilioNotizie | 01-12-2020 10:18

Coronavirus, il rapporto Agenas sui posti occupati in ospedale Fonte foto: Ansa
Coronavirus, il rapporto Agenas sui posti occupati in ospedale
,,,,,,,