,,

È morto Giampiero Boniperti, storica bandiera della Juventus

Addio a Giampiero Boniperti, una vita per la Juventus, prima come calciatore e poi come presidente

È morto nella notte a Torino per una insufficienza cardiaca Giampiero Boniperti, bandiera della Juventus prima come calciatore e poi come dirigente e presidente. Lo ha reso noto la famiglia all’Ansa. Avrebbe compiuto 93 anni il prossimo 4 luglio.

Suo “vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”, la frase che è diventata il marchio di fabbrica della squadra bianconera, allo stesso tempo un mantra e un monito per chiunque indossi quella maglia.

La storia di Giampiero Boniperti è legata indissolubilmente alla Juventus. Nato a Barengo il 4 luglio 1928, Boniperti iniziò la sua carriera da calciatore professionista nella squadra bianconera, dalla quale è uscito solo 48 anni dopo.

Negli anni Cinquanta vinse cinque scudetti formando il cosidetto “Trio magico” con John Charles e Omar Sivori. Con 443 partite giocate, ha a lungo detenuto il record di presenze in Serie A con la maglia della Juve, superato solo negli ultimi anni da Del Piero e Buffon.

Dopo il ritiro dall’attività agonistica Boniperti venne chiamato dalla famiglia Agnelli a ricoprire un ruolo dirigenziale all’interno della società. Nel 1971 divenne presidente della Juventus, carica che mantenne fino al 1990. Poi amministratore delegato dal 1991 al 1994. Dal 2006 era presidente onorario.

Sotto la sua guida la Juventus costruì il periodo di successi più duraturo nella storia del calcio italiano con nove scudetti, due Coppe Italia, una Coppa dei Campioni, una Coppa Intercontinentale, una Coppa Uefa, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa Uefa.

Nel 2004 la Fifa lo ha inserito nella lista dei 125 migliori calciatori della storia.

Boniperti è stato anche parlamentare europeo dal 1994 al 1999, eletto nelle liste di Forza Italia.

VirgilioNotizie | 18-06-2021 08:18

boniperti Fonte foto: ANSA
,,,,,,,