,,

Morgan dopo lo sfratto: "Non ho paura di dormire su una panchina"

Il cantautore è tornato a parlare della sua situazione durante la kermesse "Spoleto Arte"

“In questi giorni la mia casa, che è il centro della mia creatività, sotto assedio, mi è stata tolta, ma non mi interessano le quattro mura”. Il cantante Morgan, oggi presenta alla “Spoleto Arte”, una kermesse di arte contemporanea, è tornato a parlare dello sfratto subito qualche giorno fa. “Posso dormire anche su una panchina – ha confessato l’artista – ma là dentro c’è la mia vita, il mio lavoro, quello che ho fatto negli ultimi 30 anni, documenti, partiture, lettere, scritti, e le chiavi ce le ha la polizia ed entro tre giorni devo sgomberare. Chiedo alla politica di intervenire”.

La casa di Monza del cantautore è stata pignorata martedì e a sostenere Morgan è intervenuto il critico d’arte Vittorio Sgarbi. “Il potere si misura attraverso l’arte – ha detto il parlamentare – l’artista è quello sempre vivo, non quello che è morto. E mentre è vivo ne è parte integrante, io vedo che Morgan è un bene culturale e lo proteggo perché la sua è una casa d’artista. Il privilegio dell’arte è l’unica cosa che protegge il popolo”.

VirgilioNotizie | 30-06-2019 17:32

Morgan Fonte foto: Ansa
,,,,,,,