,,

Migranti, Salvini contro Lamorgese: scontro sui numeri

"Nessuna invasione", la titolare del Viminale respinge le accuse di Salvini. Intanto la Alan Kurdi è al settimo giorno senza un porto sicuro

“Non siamo di fronte ad alcuna invasione”. Lo ha dichiarato la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese rispondendo in un’intervista a ‘Repubblica’ agli attacchi del suo predecessore Matteo Salvini. “Basti pensare – spiega – che nel 2019 gli arrivi sono stati circa 9.600 rispetto ai 22mila di tutto il 2018. I dati a cui si fa riferimento sono relativi al solo mese di settembre”.

“Raffrontando gli sbarchi di settembre 2018 e 2019, in effetti l’incremento numerico c’è stato, ma è riconducibile soprattutto all’aumento degli sbarchi autonomi, che non costituisce un fenomeno nuovo”, ha aggiunto.

La titolare del Viminale ha detto che “Nel 2018 i migranti approdati qui con piccole imbarcazioni sono stati circa 6mila, mentre dall’inizio di quest’anno sono circa 7.500, e la tendenza all’incremento s’era registrata già dal mese di aprile”.

Lamorgese ha spiegato che il Ministero si è attivato per intensificare i rimpatri: “A ottobre sono sbarcati sul territorio italiano 379 tunisini e siamo riusciti a rimpatriarne 243, di cui 138 sbarcati nello stesso mese. In questo modo la percentuale dei rimpatriati rispetto agli sbarcati è di oltre il 60 per cento”.

La ministra evidenzia poi “un fatto importante” che “si è verificato con l’ultimo sbarco della Ocean Viking, in quest’occasione Francia e Germania hanno offerto la disponibilità ad accogliere il 72 per cento dei migranti, dando di fatto già attuazione al pre-accordo di Malta, che comincia quindi a dare i primi risultati”.

Poi rispondendo sugli insulti alla senatrice Liliana Segre, Lamorgese ha detto: “Provo uno sdegno profondo per le parole d’odio”, “il voto del Senato sulla commissione rappresenta sicuramente un passo in avanti, che però andava condiviso da tutti partiti”.

“È inaccettabile che in un Paese che ha costruito la propria Carta dei Valori sul rifiuto di ogni forma di discriminazione, si tenti di riportare, anche con una inaudita violenza verbale, le lancette dell’orologio a una tragica e vergognosa pagina della storia”, ha concluso.

La replica di Matteo Salvini

Matteo Salvini ha commentato così su Facebook l’intervista del ministro dell’Interno: “Il ministro Lamorgese dimostra di non conoscere nemmeno i dati ufficiali del Viminale affermando che gli sbarchi sono aumentati solo a settembre”.

“Sono invece cresciuti sia a settembre (2.498 nel 2019 contro i 947 del 2018) che a ottobre (2.015 contro i 1.007 di un anno fa), ovvero da quando c’è lei”, ha detto il leader leghista.

E aggiunge: “Parla delle procedure accelerate per espellere i clandestini nelle zone di frontiera, ma sono frutto del Decreto sicurezza”.

Migranti: due corpi ritrovati in Sardegna

Secondo quanto riporta l’Ansa, i corpi di due migranti maschi sono stati ritrovati dalla Guardia Costiera a 25 miglia marine dalla costa della Sardegna, di fronte a Tertenia, in Ogliastra. Erano a bordo di un barchino senza motore alla deriva da diversi giorni.

Secondo le prime informazioni i cadaveri, in avanzato stato di decomposizione, sono stati avvistati da un’imbarcazione che ha lanciato l’allarme alla Capitaneria di porto. Una volta recuperati i due corpi sono stati portati in porto ad Arbatax e quindi all’obitorio dell’ospedale di Lanusei.

Migranti: la Alan Kurdi al settimo giorno senza porto

Settimo giorno senza porto per la Alan Kurdi, la nave della ong tedesca Sea Eye che si trova a poche miglia dalle coste della Sicilia orientale con a bordo 88 migranti soccorsi al largo delle coste libiche. Nelle prime ore del mattino l’ong ha fatto sapere che una ventenne è stata evacuata per ragioni sanitarie dalla Guartdia costiera italiana. Domenica scorsa era stata evacuata una donna incinta.

VirgilioNotizie | 01-11-2019 09:49

Migranti, Lampedusa ricorda la tragedia di sei anni fa Fonte foto: Ansa
Migranti, Lampedusa ricorda la tragedia di sei anni fa
,,,,,,,