,,

Migranti e Europa, Salvini apre a Von der Leyen

E sul governo: "si stacca la spina soltanto se si litiga"

La disponibilità del nuovo presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, alla ridiscussione del trattato di Dublino che disciplina il diritto d’asilo dei migranti nell’Unione Europea “sarebbe auspicabile: noi lo chiediamo da anni”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini in un’intervista al quotidiano La Stampa.

Il vicepremier ha affermato che è chiaro a tutti che il trattato di Dublino così com’è ora “non ha più senso“. Ma chiarisce però che la riforma non deve essere un modo per “cambiare la forma e lasciare intatta la sostanza, cioè che i migranti che arrivano in Italia ci restano”.

Sul possibile commissario Ue italiano, Salvini ha dichiarato poi che preferirebbe uno tra Commercio, Concorrenza e Agricoltura. “Non so però – ha aggiunto – cosa avremo, c’è molta diffidenza verso la Lega, benché abbia vinto le elezioni” in Italia.

Sulla possibilità di chiudere l’esperienza di governo con i cinquestelle, il leader leghista ha spiegato che si stacca la spina solo se si litiga: “Noi facciamo anche delle cose e delle cose buone. Però confesso che faccio sempre più fatica. Se gli attacchi vengono dalla sinistra, fa parte del gioco. Se arrivano dagli alleati, è grave“.

Il parlamento europeo aveva già approvato nel 2017 una riforma del trattato di Dublino che eliminava il concetto di primo paese di ingresso, cioè l’obbligo per i migranti di chiedere asilo solo nel primo paese europeo in cui arrivano, e introduceva un sistema di ricollocamento tra i vari paesi membri. La modifica era però naufragata per l’opposizione di diversi paesi nel Consiglio europeo. Alla votazione per quella riforma la Lega si era astenuta, il Movimento 5 Stelle aveva votato contro. Salvini, allora europarlamentare leghista e membro della commissione che preparò il testo, non partecipò mai alle riunioni per discutere la legge.

VIRGILIO NOTIZIE | 03-08-2019 09:38

salvini_ministro Fonte foto: Ansa
,,,,,,,