,,

Messico, arrestati tre italiani per truffa

Attrezzi del valore di 40-60 dollari venivano rivenduti a prezzi tra i 300 e i 1.000 dollari

Falsificavano attrezzature provenienti dalla Cina “taroccandole” con marchi di aziende importanti e poi le rivendevano a prezzi molto superiori al loro valore. Tre italiani sono stati arrestati dalla polizia a Morelia, in Messico, per truffa. A compiere il reato sarebbero stati Ferdinando Garofalo, Gennaro Cardone e Vincenzo Sigigliano.

I tre, come riporta Tgcom24 che cita il quotidiano Reforma, avrebbero acquistato trivelle, trapani e saldatrici a cui eliminavano la provenienza cinese e applicavano etichette di aziende note come la Makita e la Lincoln Electric. Gli attrezzi, che avrebbero avuto un valore tra i 40 e i 60 dollari, con fatture false venivano trasformati in altri dal costo tra i 300 e i 1.000 dollari.

Dalle prime indagini risulterebbe che il gruppo di italiani avrebbe commesso la truffa in vari stati messicani, tra cui San Luis Potosì, Veracruz, Guanajuato e Nuovo Leon e anche in altre nazioni come Honduras, Guatemala, Canada ed Ecuador. Due dei tre arrestati sarebbero ricercati anche in Italia.

VirgilioNotizie | 13-07-2019 10:43

,,,,,,,