,,

Memoria di ferro: l'Italia è campione del mondo con un 20enne

Parla italiano il campionato mondiale di memoria, merito di Andrea Muzii

La memoria migliore al mondo è rigorosamente italiana. L’Italia ha conquistato infatti il campionato del mondo di memoria. Merito di un giovane 20enne che ha sbaragliato la concorrenza del resto del mondo riunitosi in Cina per i Mondiali che si sono tinti d’azzurro.

Lui si chiama Andrea Muzii, il nuovo campione del mondo di memoria: ha 20 anni, è di Roma e studia medicina. Dopo la vittoria del Campionato Europeo, conquistato appena due settimane fa in Svezia, Andrea ha concesso il bis laureandosi campione del mondo nel torneo iridato che si è svolto a Zhuhai, in Cina.

Con la bellezza di 8.170 punti, dopo diverse prove di memoria, ha distaccato pesantemente i suoi avversari. Erano in 170 “cervelloni” provenienti da tutto il mondo. Andrea si è messo alle spalle ben due atleti della Mongolia, Purevjav Erdenesaikhan (con 7.203 punti) e Lkhagvadotj Batbayar (terzo con 7.112 punti) distanziati quindi di mille punti circa.

Non è un dono naturale, occorre solo conoscere le tecniche di memoria, come l’antichissimo metodo del palazzo della memoria” dice un modesto Andrea commentando la sua vittoria. Ora per completare il tris, dopo Europei e Mondiali, non resta che vincere le prossime Olimpiadi. Appuntamento a Dubai nel 2020 con le Memoriadi per un triplete… indimenticabile.

Per il giovane romano anche 5 record del mondo stabiliti in questa manifestazione tra cui il massimo numero di carte da gioco memorizzate in mezz’ora: addirittura 1.829, più di 35 mazzi mischiati e ricostruiti senza errori. E pensare che lo scorso marzo Andrea era arrivato “solo” secondo al campionato italiano per quello che lui stesso aveva definito “uno stupido errore nell’ultima prova”.

VIRGILIO NOTIZIE | 02-12-2019 12:34

79322994_2422983397810432_7484619351010574336_o Fonte foto: Facebook

TAG:

,,,,,,,