,,

Mediterranea, anche il veliero Alex forza il blocco a Lampedusa

Il veliero Alex di Mediterranea Saving Humans ha dichiarato lo stato di necessità e sta navigando verso il porto di Lampedusa

Dall’account Twitter, la ong Mediterranea Saving Humans fa sapere che il veliero Alex ha dichiarato lo stato di necessità e sta navigando verso il porto di Lampedusa: “Di fronte alla intollerabile situazione igienico-sanitaria a bordo Alex ha dichiarato lo stato di necessità e si sta dirigendo verso il porto di Lampedusa, unico possibile porto sicuro di sbarco”. Nel frattempo, la Germania si è dichiarata disponibile ad accogliere alcuni dei migranti che si trovano a bordo. “Sia nel caso della ‘Alan Kurdi’ che nel caso di ‘Alex’ siamo pronti, nell’ambito di una soluzione solidale europea, a prendere alcune delle persone salvate”, ha dichiarato il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer, ripreso da ANSA.

Salvini risponde su Twitter: “Pronti a intervenire”

“La nave dei centri sociali, che a quest’ora sarebbe già arrivata a Malta che aveva dato la disponibilità di un porto sicuro, infrange la legge, ignora i divieti ed entra in acque italiane”. Lo scrive su Twitter il ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Le Forze dell’Ordine sono pronte ad intervenire, vediamo se anche in questo caso la ‘giustizia’ tollererà l’illegalita’: in un Paese normale arresti e sequestro della nave sarebbero immediati. Questi non sono ‘salvatori’, questi sono complici dei trafficanti di esseri umani“, ha scritto il vicepremier, dopo la decisione della Ong Mediterranea di forzare il blocco ed entrare nel porto di Lampedusa.

Mediterranea: “Condizioni igenico-sanitarie critiche”

Secondo le ultime notizie dalla nave, riprese da ANSA, sul veliero sarebbero finiti i rifornimenti d’acqua e i servizi igienici sono inservibili.

Nel pomeriggio la ong, ripresa da Il Messaggero, ha dichiarato: “In queste ore di attesa snervante non abbiamo sentito che ‘no’ dalle autorità italiane ed europee. Abbiamo chiesto: possono i naufraghi raggiungere Malta con motovedette del corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera? No. Possono i naufraghi raggiungere Malta su assetti maltesi? No. Possiamo essere riforniti di acqua dolce, cibo e gasolio per arrivare a Malta? No. Possiamo trasbordare in acque internazionali? No. Siamo a un’ora di navigazione da Lampedusa, abbiamo proposto varie soluzioni ricevendo sempre la stessa risposta: no”.

Il veliero, dunque, sulla scia della Sea Watch 3, sembra intenzionato a forzare il blocco per far sbarcare i 46 migranti presenti a bordo.

VIRGILIO NOTIZIE | 06-07-2019 15:50

alex-2 Fonte foto: ANSA
,,,,,,,